sabato 31 dicembre 2011

IL FIGLIO DI BABBO NATALE


La trama : La notte di Natale la consegna dei doni procede ad una velocità supersonica. Eppure c'è stato un errore, una bambina rimarrà senza regalo se non si rimedirà subito.

Questo film risponde a alla domanda che da sempre tutti i bambini del mondo si pongono : come fa Babbo Natale a portare i regali a tutti in una sola notte e senza essere visto ?
Da qualche tempo Babbo Natale si serve di una complessa astronave la S-1 ,guidata dal figlio maggiore Steve che, a capo di uno sterminato esercito di elfi, si è assunto il compito importantissimo di consegnare i regali ai bambini, in attesa di diventare il Babbo natale in carica.Perchè , in realtà, Babbo Natale non è sempre lo stesso, ogni Babbo Natale svolge la sua missione per una settantina di anni per poi passare il testimone al figlio maggiore.Ma il padre di Steve, non intende ancora abdicare anche perchè il compito più oneroso è nelle mani del figlio e lui può starsene dietro le quinte. Ma Babbo Natale ha anche un altro figlio, Arthr, tenero, fortemente compenetrato nello spirito del Natale, che non ne capisce niente di tecnologia, non usa computer ma legge tutte le letterine dei bambini e risponde personalmente. Quando succede il terribile imprevisto sarà lui a voler consegnare a tutti i costi il regalo richiesto alla picola Gwen . Lo aiuteranno Nonno Natale, che rispolvererà la vecchia slitta trainata dalle mitiche renne, e un elfo impacchettatore.Una setie di tragicomiche avventure porterà ad un dolcissimo finale.
Una bellissima storia, dove la tecnologia e il cinismo del freddo calcolo delle percentuali si contrappone alle ragioni del cuore e allo spirito natalizio, dove si parla anche di rivalità tra fratelli e della lotta per conquistare un posto nel cuore dei genitori, di figli sottovalutati e figli sopravvalutati. E soprattutto dell'importanza di ogni essere umano e dei suoi desideri che non possono soccombere a causa delle leggi dei grandi numeri.
Un film in 3D per far sognare i bambini e riflettere gli adulti. E per credere, per sempre, a Babbo Natale e alla magia del Natale.

venerdì 30 dicembre 2011

BUON 2012 !


Happy new year !
Bonne année !
Feliz ano novo !
Feliz ano nuevo !
Ein gutes neues jahr !
Buon anno a tutti !
Un anno per realizzare i nostri sogni e per sognarne di nuovi.
Un anno per amare ed essere amati.
Un anno per stare bene con noi stessi e con gli altri.
Un anno per crescere tutti insieme e costruire un mondo migliore.
Un anno di pace, gioia, serenità.
Sarà questo l'anno che verrà.

mercoledì 28 dicembre 2011

2012...SOTTO IL SEGNO DEI MAYA

Il 2012 sarà un anno bisestile e già questo, secondo la cultura popolare ,è fonte di preoccupazione : anno bisesto, anno funesto. Poi ci si aggiunge la crisi economica che attanaglia l'Europa e gli USA, con lo spettro della recessione che aleggia sulle nostre teste, le nuove tasse, la disoccupazione crescente, pensioni taglieggiate,l'economia che arranca, insomma, non c'è molto da stare allegri. Ma la preoccupazione più grande che si è instillata in noi da qualche anno è quella che riguarda la cosidetta Profezia dei Maya, secondo la quale il 21 dicembre 2012 ci sarebbe ( non si sa in che modo ) la fine del mondo.
Ma come si è arrivati a questa conclusione ? Il popolo Maya, che è stato in grado di calcolare con assoluta precisione eventi astronomici avvenuti centinaia di anni dopo la sua estinzione, calcolava il tempo secondo 3 calendari e lo suddivideva in cicli ricorrenti di 52 anni ciascuno. Accanto a questi tre calendari ve ne era un quarto, il Longo computo che partiva dalla data della creazione del mondo , suddiviso anch'esso in cicli, stavolta non ricorrenti.Secondo questo computo il 20 dicembre 2012 finirà il tredicesimo ciclo e dopo...più niente. Naturalmente questo stravolgimento previsto potrebbe essere inteso solamente nel campo spirituale, l'inizio di una nuova era completamente diversa dalle precedenti e, si spera, migliore.Gli scienziati di tutto il mondo si sono affrettati a smentire questa teoria, affermando che , in realtà, ci sarà soltanto un singolare evento astronomico, un allineamento di pianeti, che non dovrebbe portare nessuna conseguenza sulla Terra.
Ma la gente comune è più propensa a credere alle varie teorie catastrofiche che alle rassicirazioni della scienza, ed è stato sempre così , dai tempi del Mille e non più Mille, e si prepara a vivere un anno pieno di angoscia in attesa del fatitico giorno.
Ebbene, fingiamo che sia tutto vero, che quello che sta per cominciare ia davvero l'ultimo anno per la specie umana. Perchè, invece di disperarci non ne appofittiamo per migliorarci e migliorare la nostra vita ? Se tutto dovrà comunque andare a scatafascio perchè non cerchiamo allora di allentare un pò la tensione e vivere più serenamente ? Certo, non voglio dire di non impegnarsi nel vita di tutti i giorni, anzi, ma di evitare lo stress inutile, le discussioni non importanti con i colleghi e in famiglia, le arrabbiature non indispensabili. E cerchiamo di ritagliarci più tempo per noi, leggiamo quel libro che avremmo sempre voluto leggere, andiamo a cercarci il DVD di quel film che ci siamo persi, facciamo quelle passeggiate ,quelle gite, quelle vacanze che abbiamo sempre rimandato, visitiamo quelle mostre e musei che ci hanno sempre incuriosito, andiamo allo stadio, a un concerto, giochiamo di più coi bambini , iscriviamoci finalmente in palestra o a quei corsi che ci interessano tanto, riprendiamo i nostri hobby. Se, come è molto probabile, non succederà nulla, avremo conquistato uno stile di vita migliore. E se dovesse malauguratamente esserci davvero una catastrofe, beh, avremo vissuto comunque un anno più soddisfacente e sereno. Buon 2012 a tutti !

sabato 24 dicembre 2011

BUON NATALE A TUTTI !


Buon Natale !
Kala Christouyenna !
Merry Christmas !
Sreken Borhik !
Feliz Natal !
Feliz Navidad !
Frohliche Weihnacten !
Auguri a tutti per un Santo Natale ricco di serenità !

mercoledì 21 dicembre 2011

METTI UN DELFINO O UNA TARTARUGA SOTTO L'ALBERO


Per Natale molti bambini ricevono in regalo cuccioli teneri e buffi che subito vengono accolti con entusiasmo ma ,spesso, dopo qualche mese, vengono abbandonati o , nel migliore dei casi,regalati a conoscenti perchè risulta troppo faticoso accudirli .
Perchè non fare allora un regalo diverso, un animale che resterà nel suo ambiente e col nostro aiuto sarà curato e seguito, nominando i nostri bambini padrini dell'esemplare prescelto ?
Il CTS, centro turistico studentesco e giovanile, che da anni si occupa della tutela della biodiversità marina, propone per Natale la campagna Adotta un delfino o una tartaruga. Con un piccolo contributo ,meno di 30 euro, si adotterà un delfino o una tartaruga marina e si riceverà un kit che comprende anche il certificato di adozione e un peluche.
Testimonial dell'iniziativa sono Martina, una tartaruga salvata dai pescatori di Lampedusa da un groviglio di reti e rimessa in mare dopo essere stata curata, e un gruppo di delfini, capitanati da Zorro, che ha sulla pinna dorsale il segno del famoso spadaccino, che si sposta lungo le coste della Sardegna.
Sul sito del CTS, www.ctsambiente.it ci sono tutte le informazioni sulle attività del centro e sulle modalità di adozione.
Mettiamo , idealmente, un delfino o una tartaruga sotto l'albero,aiuteremo queste specie animali e ci sentiremo i loro paladini, e i bambini certamente ne saraanno felici in attesa che in casa ci siano le condizioni adatte e la volontà di adottare un cucciolo "vero".

lunedì 19 dicembre 2011

SHERLOCK HOLMES - GIOCO DI OMBRE


La trama : Holmes e Watson alla caccia del diabolico professor Moriarty che per i suoi loschi fini organizza attentati e omicidi.

Guy Ritchie firma la regia anche del secondo capitolo della nuova saga di Sherlock Holmes, che, visto la bontà dei primi due episodi , si spera possa avere nuovi sviluppi.
Ormai conosciamo bene i due protagonisti, così l'azione può entrare subito nel vivo. Tra Londra, Parigi e la Svizzera i due eroi si gettano all'inseguimento del professor Moriarty, nemico storico di Holmes nei romanzi, che è la mente che si nasconde dietro la serie di attentati anarchici che sta sconvolgendo l'Europa trascinandola verso una guerra sanguinosa, a tutto vantaggio di Moriarty, diventato unico proprietario di una fabbrica di armi.
Per contrastare Moriarty Holmes, stravagante come al solito, non esiterà a far rischiare all'amico Watson di non presentarsi all'altare, stravolgerà il suo viaggio di nozze, rischierà insieme a lui più volte la vita.
Ad accompagnarli nella rocambolesca e pericolosa avventura sarà la gitana Sim, in cerca del fratello ingaggiato per gli attentati e fa la sua comparsa nella storia il fratello maggiore di Holmes, Microff, anche lui abbastanza anticonformista.
La posta in gioco è enorme e il nemico è intelligente quanto Holmes, quasi un alter ego oscuro, la partita a scacchi tra i due antagonisti, reale e metaforica ,può portarli alla morte.
Una pellicola veramente avvincente, con momenti di comicità e di tensione, con ambientazioni sontuose e meticolossmente ricostruite e un cast eccezionale che consacra la coppia Robert Downey Jr - Jude Law come una delle più affascinanti e ben assortita degli ultimi tempi.

sabato 17 dicembre 2011

MIDNIGHT IN PARIS


La trama : Gil, uno sceneggiatore holliwoodiano di successo è in vacanza con la fidanzata Inez a Parigi, una città che lo ha sempre affascinato , e una notte, a mezzanotte in punto, si ritroverà a vivere un'avventura fantastica.

Il fascino romantico di Parigi, le sue luci, le piazze, i ponti, i boulevard, i bistrot, uno sfondo incantevole per un film che parte da un'espediente cinematografico più volte usato, il viaggio nel tempo, nel passato, sia esso frutto di un sogno, di magia o di tecnologia avanzata.
Gil è innamorato di Parigi , pensa che solo lì potrebbe scrivere il suo romanzo, quello che potrebbe dare un significato alla sua carriera, redditizia ma non soddisfacente per lui, fatta di film commerciali che fanno grandi incassi ma che non restano impressi a nessuno.
La sua " epoca d'oro " sono gli anni 20, quando Parigi era tutta un ribollire di arte, cultura, musica e la creatività si respirava nell'aria.Questo desiderio così ardente lo porta magicamente a trasformarlo in realtà. Una notte, allo scoccare della mezzanotte, un'auto si ferma a portarlo via, nel mondo che aveva sempre sognato.D'improvviso si trova faccia a faccia con i suoi miti, Scott Fitgerald e la moglie Zelda, Hemingway ,Picasso, Dalì, addirittura consegna il manoscritto del suo romanzo a Gertrude Stein per chiederle un parere. E poi c'è Adriana, amante prima di Modigliani ora di Picasso, corteggiata da Hemingway ma che mostra simpatia per lo spaesato Gil.
Notte dopo notte Gil continua a frequentare il suo mondo fantastico, fatto di feste, passeggiate, incontri esaltanti mentre la fidanzata si gode la vacanza con una coppia di amici e i suoceri cominciano a sospettare che lui abbia una relazione clandestina.
E una notte accade una magia nella magia, lui e Adriana tornano ancora più indietro nel tempo, all'epoca della Bella Epoque, il periodo storico preferito dalla ragazza, dove incontrano altri artisti famosi,come Degas e Touluse-Lautrec che rimpiangono l'epoca del Rinascimento. Adriana vuole restate lì (l'attrice Marion Cotillard che come in Inception sceglie di restare nel sogno e non vuole più tornare alla realtà).
Ma a questo punto Gil comprende che nessuno è contento del periodo in cui vive e s'immagina un periodo passato dove tutto è più bello e più facile e dove crede che sarebbe stato felice.Ma la felicità e la serenità dobbiamo cercarla nella nostra vita ora, nelle piccole cose, nelle dolci atmosfere di una città o di un luogo che amiamo, negli incontri di tutti i giorni. Gil troverà il coraggio di affrontare e cambiare la sua vita senza guardarsi più indietro e resta il mistero se si sia trattato di un lungo sogno o di una straordinaria realtà,frutto di una magia che può accadere solo a Parigi.

mercoledì 14 dicembre 2011

A NATALE PUOI...


L'opinione dominante è che a Natale ci fingiamo tutti più buoni, mettiamo una maschera di finti sorrisi, ci esibiamo in smielate gentilezze, ammantiamo il nostro egoismo con un pò di spirito natalizio e partecipiamo ad una specie di farsa generale come ad un ballo in maschera.
Ma se fosse il contrario ? Se a Natale, almeno per il periodo delle feste, gettassimo via la maschera di cinismo che indossiamo tutti i giorni per sopravvivere e ci mostrassimo come siamo in realtà, teneri, gentili, un pò bambini nel cuore ?
Perchè a Natale puoi fare quello che non puoi fare mai...
Puoi rimanere incantato davanti alle vetrine addobbate ,puoi rimanere col naso all'insù ad ammirare i festoni di luci per le strade, puoi sbizzarrirti in uno shopping forsennato e, per una volta, giustificato divertendoti a cercare regalini spiritosi e buffi per chi ti è caro, puoi divertirti ad addobbare la tua casa come se fosse quella di Babbo Natale, puoi cucinare dolci e organizzare allegre tavolate con parenti ed amici, puoi commuoverti davanti ai soliti film natalizi, sempre gli stessi, ma che ogni volta ti fanno piangere e sorridere, puoi aspettare con la sottile ansia dei bambini Babbo Natale che arriva in silenzio a portare doni e, nel segreto del tuo cuore, aspettare la nascita di quel dolce Bambinello che ha portato il suo amore nel mondo inondando di luce la Notte Santa. Puoi andare alla Messa di mezzanotte e intonare canti natalizi sacri e profani e, al ritorno, giocare a tombola, al Mercante in Fiera, a Sinco e a tutti quei giochi che si tirano fuori solo a Natale.Puoi mangiare dolci e assaggiare tutto quello che vuoi perchè " è per tradizione ", puoi ascoltare CD di musiche natalizie senza vergognarti perchè " fa atmosfera " e divertiri ad abbigliarti esagerando un pò con gli ornamenti, con gioielli veri o falsi per brillare in queste sere di festa e truccarti di più, ballare, scherzare, fare tardi perchè " fa festa".
E , finite le feste, ritornare a mascherarsi da persone serie, equilibrate, indaffarate,rigide, che pensano sempre prima ai loro interessi,che non si perdono in frivolezze, che hanno uno stile minimalista ecc.
A Natale puoi...

lunedì 12 dicembre 2011

MARE AL MATTINO - MARGARET MAZZANTINI


La trama : La storia di due donne e della Libia , quella d'un tempo e quella di oggi, tutte e due costrette a fuggire dalla loro Patria.

La Libia, una terra tanto amata dalle due protagoniste di questo intenso romanzo.
Jamila, ai giorni nostri scappa dalla rivoluzione con figlioletto Farid per assicurargli un futuro in Italia, s'imbarca su una di quelle carrette del mare arruginite che in massa quest'estate hanno cercato di raggiungere Lampedusa.
Angelina su quest'isola ci viene in vacanza col figlio diciottenne Vito. E' stata cacciata dalla Libia da ragazzina, dal Rais ,insieme a tutti gli italiani che avevano fatto di quelle sponde desertiche la loro seconda Patria. Ma l'Africa gli è rimasta nel sangue, è diventata una straniera nella sua stessa patria d'origine a cui non si è mai adattata,che ha dovuto lasciare all'improvviso col cuore straziato e la promessa di un amore che non potrà mai essere mantenuta. In Italia si è sposata, è diventata madre di Vito ,svogliato e scostante, che ancora non sa quale direzione dare alla sua vita, si è separata, d'estate torna a Lampedusa dov'era sbarcata un tempo reietta come i clandestini di oggi.
Due donne forti, che lottano per il futuro dei propri figli, due terre separate da quel mare che una attraversa per scappare e una vorrebbe attraversare per tornare, ma tornare al suo mondo di allora, quando libici e italiani vivevano in pace e si spartivano pane e sudore, quel mare diventato cimitero di barche che mai approderanno, di speranze, di storie, di corpi mai conosciuti.
Il dolore degli esuli di oggi è lo stesso di quelli d'un tempo, perchè la guerra, tutte le guerre, mietono vittime soprattutto tra i più umili, i più poveri, quelli che non hanno niente e vengono tolte loro anche la libertà e la dignità.
Un romanzo breve ma denso che ci fa rivivere un'arco di storia dal '38 ai giorni nostri , una parte della nostra stessa storia forse dimenticata o misconosciuta ma che ha segnato profondamente chi l'ha vissuta sulla propria pelle.

venerdì 9 dicembre 2011

ANCHE SE E' AMORE NON SI VEDE


La trama : Salvo e Valentino, amici d'infanzia , guidano un torpedone turistico e hanno problemi con le donne : Salvo cerca l'anima gemella, Valentino sta per perderla.

Una divertente commedia degli equivoci che mette in evidenza l'affiatamento e la complementarietà dei protagonisti, affiancati da tanti bravi attori e comprimari.
Valentino, preciso e compito, soffoca letteralmente d'amore la compagna Gisella ( Ambra Angiolini ) a furia di regalini, cuoricini, feste a sorpresa, Salvo, confusionario e arruffone, s'invaghisce della bella guida turistica Natasha, che va pazza per l'Africa ed è già fidanzata.Gisella impone a Salvo di dire a Valentino che ha intenzione di lasciarlo perchè lei non se la sente e nel frattempo torna dall'America Sonia, da sempre segretamente innamorata di Salvo, insieme all'indisponente fidanzato statunitense.
Comincia così una girandola di spassosi fraintendimenti tra coppie che scoppiano o che sembra casualmente che si formino,finti e veri tradimenti ,nell'imminenza del matrimonio di due amici comuni.Alla fine tutto si aggiusterà in un modo forse prevedibile (ma con qualche sorpresa).
Ci sono scene veramente divertenti , come quella dell'autobus carico di turisti che blocca il traffico perchè all'interno si sta svolgendo il dramma d'amore di Valentino o quella dell'andirivieni di coppie nei bagni durante il ricevimento di nozze. La mimica malandrina di Salvo e l'aspetto timido e perbene di Valentino assicurano risate per niente volgari, come nei loro scketch televisivi.Uno spettacolo leggero e vivace che coglie anche l'occasione di prendere un pò in in giro quei fidanzati che per essere troppo amorevoli risultano poi insopportabilmente sdolcinati e pesanti.

lunedì 5 dicembre 2011

LO SCHIACCIANOCI 3D


La trama : Mary per Natale riceve in regalo dallo stravagante zio uno schiaccianoci di legno che durante la notte si animerà trascinandola in una pericolosa e magica avventura.

Una scintillante favola natalizia dal sapore retrò che prende spunto dal balletto Lo Schiaccianoci di Chaikovskij e dalle sue musiche immortali per trasportare lo spettatore in un mondo fatato e inquietante.
Nella innevata Vienna degli anni '20 la piccola Mary, dolce e sensibile vive in una famiglia con genitori poco presenti e un fratellino pestifero.La sera di Natale è rallegtrata però dell'arrivo di un eccentrico zio con le sembianze di Einstein che spiega ai due bambini la teoria della relatività e regala loro una bellissima casetta di legno con personaggi che si muovono e uno schiaccianoci di legno.Ma niente è quel che sembra, non si tratta di semplici giocattoli ma di un principino di un paese lontano e dei suoi fedeli sudditi trasformati in burattini dalla perfida regina dei topi. Mary si ritroverà proiettata in un mondo fantastico, anche l'albero di Natale che aveva appena addobbato si animerà e la Fata Confetto , molto simile a sua madre, le rivelerà che con il suo coraggio potrà aiutare il piccolo principe a tornare bambino e a sconfiggere il re dei topi. Mary , attraverso uno specchio in soffitta, arriverà nel regno di NC, il principe Schiaccianoci, dove il re dei topi ( Jhon Tutrurro stile Andy Warhol) fa bruciare tutti i giocattoli per oscurare il sole, in roghi simili a quelli che i nazisti appiccavano ai libri. Mary, insieme al fratellino e ai suoi nuovi amici riuscirà nell'impresa correndo molti pericoli con audacia e determinazione.E alla fine ci sarà per lei una bella sorpresa.
La soria dello Schiaccianoci è stata riadattata per un pubblico di bambini e ragazzi , diventando un musical anche con toni un pò dark coniugato con la tecnologia 3D, con personaggi che ci ricordano sempre un pò qualcuno e una Elle Fanning veramente deliziosa. Una pellicola da scegliere per andare oltre il solito spettacolo natalizio tipo Il Canto di Natale , ormai servito in tutte le salse.

sabato 3 dicembre 2011

4 DICEMBRE SANTA BARBARA


Santa Barbara è venerata sia dalla Chiesa cattolica che da quella ortodossa ed e considerata protettice dai fulmini e dalla morte improvvisa e viene spesso invocata durante i temporali e ciò deriva dalle circostanze del suo martirio.
Barbara era nata a Nicomedia, nel 273 D.C., in Asia Minore.
Poi la famiglia si trasferì a Scandiglie , in provincia di Rieti.Poichè era una fanciulla bellissima e colta il padre Dioscuro fece costruire per lei una torre, dotata anche di terme private, per rinchiuderla e proteggerla dai troppi pretendenti.Barbara, però si era avvicinata al cristianesimo dopo la conversione della madre e , poichè nel progetto dell'edificio erano previste solo due finestre, ne fece aggiungere una terza, in onore della Trinità.
Il padre comprese allora che aveva abbracciato il cristianesimo e la denunciò al magistrato Massimino. Davanti ai suoi accusatori Barbara non si lasciò convincere ad abiurare la sua fede e anzi la difese con passione e fu condannata alla decapitazione dopo due giorni di orrende torture dalle quali usciva ogni volta miracolosamente risanata. Fu il padre stesso infine a decapitarla ma subito dopo fu colpito da un fulmine e ne rimase incenerito. Insieme a Barbara fu martirizzata anche l'amica Giuliana.
Le sue spoglie riposano a Burano dopo essere state anche a Costantinopoli.
Santa Barbara è protettrice anche dei Vigili del Fuoco e della Marina Militare Italiana e di chi lavora con gli esplosivi ( per questo i depositi di munizioni vengono chiamati Santabarbara ).

giovedì 1 dicembre 2011

1 DICEMBRE GIORNATA MONDIALE PER LA LOTTA ALL'AIDS


Non abbassiamo la guardia, l'AIDS colpisce ancora,anche in Italia.
Non esistono ancora cure definitive per sconfiggerlo.
Non dimentichiamo tutte le precauzioni per vivere un rapporto sicuro e senza rischi.
Proteggiamo la nostra vita e il nostro amore, anche quello di un'ora.

lunedì 28 novembre 2011

29 NOVEMBRE GIORNATA NAZIONALE PER LA LOTTA ALLA SORDITA'

Promossa dall'AIRS, Associazione italiana per la ricerca sulla sordità, la giornata nazionale del 29 novembre vuole sensibilizzare la popolazione su questo grave handicap che limita moltissimo la vita di adulti e bambini e insieme indicare la via di cure e di prevenzione per limitare i danni permanenti all'udito.
Sono in programma in molti ospedali italiani visite gratuite di valutazione della soglia uditiva presso i centri di audiometria.Se è fisiologico che in età avanzata l'udito peggiori, dobbiamo pensare a quanti bambini sono sordi dalla nascita e non hanno mai potuto godere della varietà di suoni, voci, rumori che per noi udenti sono scontati e a quanti giovani e adulti lo diventino per malattie varie, spesso sottovalutate o mal curate o per l'esposizione continuata all'inquinamento acustico, non solo a causa della professione svolta. Pensiamo, infatti, ai giovani che si espongono a vere e proprie bombe acustiche nelle serate in discoteca o ai concerti e che girno tutto il giorno ascoltando musica a tutto volume con le cuffiette o gli auricolari.
E' molto importante conoscere le nuove cure e gli ausilii tecnologici più avanzati che possono aiutare i non udenti o gli ipoudenti a ottenere o recuperare un minimo di capacità uditiva che possa migliorare la loro vita quotidiana. Oggi sono possibili impianti di microchips e l'utilizzo di altre apparecchiature che fino a qualche tempo fa erano considerate fantascientifiche e anche le tradizionali apparecchiature per migliorare l'udito si sono trasformate, sono diventate leggerissime e quasi invisibili e non creano più imbarazzo a chi è costretto a portarle.
Ma è importantissima anche la prevenzione, la conoscenza degli accorgimenti necessari e le protezioni da usare per non danneggiare questo senso così importante per la nostra esistenza.Approfittiamo di questa giornata per dare una controllatina al nostro udito e per imparare come proteggeci e come proteggere i nostri bambini.

sabato 26 novembre 2011

28 NOVEMBRE - CYBER MONDAY

Il primo venerdi dopo il Tahnkgivingday ( Giorno del Ringraziamento ) è denominato Black Friday, venerdi nero e segna tradizionalmente negli Usa l'inizio dello shopping natalizio, con sconti e promozioni per gli acquirenti che su affollano in massa per cogliere queste occasioni ed è considerato un importante test per conoscere non solo i gusti e le mode del momento che attraggono i consumatori ma anche la loro capacità di spesa.
Per chi è rimasto a mani vuote durante il Black Friday perchè non voleva o non poteva gettarsi nella mischia, c'è il Cyber Monday che cade il lunedi successivo al Giorno del Ringraziamento. Perchè Cyber Monday ? Perchè è il giorno dedicato agli acquisti natalizi on -line,con tanti siti che propongono per l'evento tante ghiotte occasioni. Ad esempio, anche il noto sito Amazon fin dalla mezzanotte del 27 novembre proporrà sconti sui suoi articoli, soprattutto sui Kindle e spese di spedizione gratis. Saranno in molti a cercare di accaparrarsi novità di tutti i generi comodamente da casa e a prezzi speciali. Fu la National Retail Federation a coniare il termine Cyber Monday nel 2005 ed è questo importante organo sponsorizzare l'evento e a monitorarlo vigilando anche sulla sicurezza e sulla trasparenza delle transazioni.
Anche se non viviamo negli USA potremmo cercare di partecipare anche noi on -line, a caccia di qualche buon affare. Buon Cyber Monday allora !

giovedì 24 novembre 2011

FREDDIE MERCURY


WHO WANT TO LIVE FOREVER ?
FOREVER IS OUR TODAY
WHO WAITS FOREVER ANYWAY ?

FREDDEIE MERCURY 1946-1991

mercoledì 23 novembre 2011

LE PRIME LUCI DEL MATTINO


La trama : Elena vive stancamente il suo matrimonio, non si sente protagonista della sua vita e avrebbe voglia di evadere, di provare nuove emozioni.Un incontro le cambierà la vita.

Come molti altri romanzi , l'ultimo libro di Fabio Volo si occupa del tema dell'incomunicabilità tra i coniugi che porta invitabilmente allo sfilacciarsi del vincolo matrimoniale. A volte sono entrambi i protagonisti che si accorgono man mano che tutto quello che avevano sognato e progettato insieme non c'è più o ha perso significato, altre volte, come in questo caso è uno solo dei due che avverte la falsità, la pesantezza di una routine quotidiana senza più slanci nè passione.
Elena non vuole più accontentarsi di quello che ha, eppure l'aveva sognato fin da ragazzina.La realtà ormai è diversa, Paolo, il marito, si è adagiato nelle comodità del tran tran quotidiano, non l'ascolta, la tratta quasi come una sorella, minimizza i suoi malumori.Ma un giorno Elena intercetta lo sguardo di un collega che le smuove qualcosa dentro. All'inizio cerca di resistere a questo richiamo pericoloso e inconsueto ma poi si lascia travolgere completamente da questa passione che le fa conoscere un'altra se stessa.La protagonista rivive tutti questi avvenimenti attraverso le pagine del diario che ha sempre tenuto riportando metodicamente pensieri ed emozioni.
Le premesse sono buone ma il romanzo a un certo punto diventa una sorta di " 9 settimane e mezzo", con la descrizione di amplessi fantasiosi, suggestioni erotiche spesso prese proprio dal film, come la scena di un incontro a tre insieme a un'altra donna.La protagonista diventa pian piano un pò ridicola con le sue smanie e ci si chiede come fa il povero marito a non accorgersi di niente , con una moglie che sparisce a qualsiasi ora, stà sempre ad annusarsi le mani, si scatta foto osè in bagno. La trama poi scivola verso" Attrazione fatale", con Elena che diventa gelosa del misterioso amante, lo tempesta di telefonate e sms e arriva a raggiungerlo nel casolare in costruzione dove si era rifugiato e non l'aveva invitata.Questo comportamento metterà la parola fine al rapporto. Archiviata malamente questa storia Elena alla fine potrà ricominciare da
se stessa , consapevole delle sue potenzialità e del suo valore come donna.

lunedì 21 novembre 2011

BREAKING DAWN PART 1


La trama : Bella ed Edward si sposano , ma durante la luna i miele Bella, ancora umana, rimane incinta e la gravidanza rischia di ucciderla.

Vista la complessità del romanzo, con tanti eventi che non potevano essere trascurati, il film omonimo esce in due parti com'è successo anche per l'ultimo libro della saga di Harry Potter.
In questo modo il film ha potuto ricalcare quasi perfettamente il romanzo, anche se è stata sacrificata un pò la vicenda di Jacob.
Edward e Bella si sposano, Bella non rinuncerebbe mai a lui anche se Edward le ha confessato di avere , in passato, ucciso delle persone.
La luna di miele è a sorpresa, in un'isoletta del Brasile appartenente alla famiglia di Edward.Il giovane vampiro deve tener fede alla sua promessa, di unirsi a Bella anche se lei è ancora umana e potrebbe farle del male. Le scene sono molto caste, perchè altrimenti il film sarebba stato vietato ai minori di 14 anni negli USA. Ma Edward ha troppo timore di nuocere alla ragazza e cerca, in seguito, di resisterle il più possibile. Ma accade un evento inaspettato : Bella è incinta e il bambino cresce nel suo ventre con una velocità incredibile. Tutti vorrebbero farla abortire perchè il nascituro la sta quasi uccidendo, anche Jacob cerca di farla ragionare ma la ragazza è irremovibile. La tribù dei lupi, intanto, vede nel bambino una minaccia alla tregua con i vampiri ed è decisa ad ucciderlo. Jacob così decide di lasciare il branco per proteggere Bella che non ha mai smesso di amare.Bella è ormai allo stremo delle forze e muore nel dare la luce la bimba.Edward fa un estremo tentativo di salvarla trasformandola in vampiro. Il finale chi conosce la saga lo sa già e gli altri possono immaginarlo.
Un bel film che entusiasmerà chi ha visto i capitoli precedenti e ha letto i libri, c'era tanta attesa per vedere le scene del matrimonio e della luna di miele dei protagonisti, uniti anche nella vita reale.
Non perdetevi la scena finale dopo i titoli di coda, un'abitudine ormai per molti film ,sia per legarli all'episodio successivo, sia per preannunciare un possibile sequel.

giovedì 17 novembre 2011

19 NOVEMBRE GIORNATA MONDIALE DEL WC


Può sembrare un tema poco serio rispetto ai tanti problemi che affliggono l'umanità e invece la mancanza di servizi igienici è causa di malattie e di morte soprattutto di bambini, in molti paesi sottosviluppati. Per questo la World Toilet Organizatio si batte per migliorare le condizioni igienico sanitarie nel mondo e organizza questa giornata per sensibilizzare l'opinione pubblica, con eventi, cortei, manifestazioni, anche con trovate simpatiche che possono maggiormente catturare l'attenzione, come il premio per la "migliore barzelletta sporca" che verrà assegnato a Londra.
Ma non pensiamo che questo problema riguardi solo i paesi più poveri.Non molti anni fa anche in Italia parecchie abitazioni non disponevano di servizi igienici privati e forse succede ancora oggi se nel questionario del Censimento 2011 si chiede se in casa si ha il WC, per non parlare dei campi nomadi dove possono svilupparsi parecchie malattie proprio per la carenza di servizi igienici.
D'ora in poi quando andiamo in bagno pensiamo anche a chi non ce l'ha !

lunedì 14 novembre 2011

TRE ATTI E DUE TEMPI - GIORGIO FALETTI


La trama : Silver, ex pugile, scopre che suo figlio, promettente calciatore, ha deciso insieme ai compagni di perdere la partita decisiva che avrebbe portato per la prima volta la loro squadra di provincia in serie A . Ma lui non ci sta .

Un romanzo sul calcio ma che non parla di calcio e di partite o meglio, parla della difficile, quasi impossibile partita di Silver contro il tempo per cercare di rimediare all'errore che suo figlio e alcuni compagni stanno per compiere, sacrificando la promozione in serie A per denaro.
Silver pensa ai rimorsi che avrebbero in seguito avvelenato la vita del figlio e alla delusione dei sostenitori della squadra così felici per quella promozione che sembra un miracolo.E lui sa bene cosa si prova, era un pugile promettente, poteva avere una carriera di grandi soddisfazioni e invece , anche lui per denaro, aveva accettato di perdere l'incontro più importante.Era finito anche in carcere ma l'amore di Elena, una ragazza con cui aveva tenuto una corrispondenza epistolare quand'era in prigione, lo aveva salvato e aveva dato un senso alla sua vita.
La vergogna per quello che aveva fatto però era rimasta, la gente non dimentica tanto facilmente certi episodi, soprattutto in provincia e questo aveva avvelenato i rapporti col figlio, allontanandoli. Il destino li aveva riuniti, Silver era diventato il magazziniere della squadra cittadina e suo figlio era tornato a giocare proprio in quella squadra.
Nelle ore che precedono l'inizio della partita Silver gioca il tutto per tutto, cercherà di avvertire l'allenatore e poi imbastirà all'improvviso un piano pazzesco per evitare il disastro.Il romanzo diventa quasi un thriller, una corsa contro il tempo folle e determinata con imprevisti e colpi di scena.
Una storia con un protagonista forte, disilluso, amaro ma che proprio per questo si amerà subito. Uno sguardo anche sulla corruzione sportiva così attuale in questi momenti e sulla responsabilità morale che hanno i campioni e gli sportivi in genere verso i propri sostenitori e verso se stessi.
Un romanzo breve che appassiona anche se non ci sono assassini da fermare e misteri da risolvere come nelle altre opere di Faletti.

sempre

venerdì 11 novembre 2011

FRA MARTINO CAMPANARO


Chi non conosce questa canzoncina ?
Fra Martino campanaro
Dormi tu ? Dormi tu ?
Suona le campane, suona le campane
Din Don Dan, Din Don Dan.
E' facile da cantare e anche da suonare anche per i bambini che cominciano ad avvicinarsi ai tasti di un pianoforte.Sembra sia nata in Francia ,verso la fine del '700 ma ormai e conosciuta in tutti i paesi del mondo, con il testo anche in Hindi, Zulu, Swahili e perfino in latino.
Il nome del fraticello campanaro però varia da paese a paese.
In Francia è Frère Jacques, in inglese diventa Brother John,in Spagna è Martinillo.
Nella versione latina è Iacobe e questo nome lo troviamo anche in tedesco, Bruder Jakob, in norvegese, Fader Jakob, in svedese, Broder Jacob, in olandese Vader Jacob.
In russo invece è Brat Ivan, l'equilvalente dei Brother John inglese.
Divertiamoci a insegnarla ai più piccoli e a cantarla con loro a due voci, magari anche nella versione originale francese :
Frère Jacques, Frère Jacues,
Dormez vous ? Dormez vous ?
Sonnez le matines, sonnez le matines
Din Don Dan, Din Don Dan.

mercoledì 9 novembre 2011

L'AMORE ALL'IMPROVVISO-LARRY CROWE


La trama : Larry viene licenziato dal grande magazzino per cui lavora perchè non ha titoli e non può fare carriera. Decide di iscriversi all'Università e questa scelta cambierà la sua vita.

Tom Hanks è anche regista e sceneggiatore ( insieme a Nia Verdalos ) di questa commedia stile Frank Capra, intrisa di ottimismo e di buoni sentimenti che insegna a non arrendersi mai di fronte alle avversità e ad avere il coraggio di voltare le spalle al passato per intraprendere nuove strade.
Larry, dopo aver trascorso 20 anni in Marina, ha trovato lavoro in un grande supermercato.E' un dipendente modello ma non riesce mai a fare carriera e un giorno scoprirà amaramente il perchè : non è andato all'Università e questo va contro la politica dell'azienda, che lo licenzia.In un momento di grande crisi economica Larry si trova con l'acqua alla gola, non riesce a trovare un nuovo lavoro perchè ormai non è più tanto giovane e non può più pagare il mutuo della casa. I simpatici vicini gli suggeriscono di iscriversi all'Università per avere più possibilità di trovare un impiego. Il protagonista si trova così catapultato in un mondo del tutto nuovo per lui ma riuscirà a scoprire le sue doti personali nascoste e a farsi tanti nuovi amici. Comincia a frequentare un corso di economia, materia per cui scoprirà di essere molto portato e uno di Comunicazione informale, l'arte di parlare in pubblico di qualsiasi argomento, tenuto dalla professoressa Tainot ( Julia Roberts )
Mercedes Tainot è una docente brava ma frustrata, i suoi corsi di solito non raggiungono il numero legale di studenti, a casa la attende un marito scrittore e blogger con la passione per il porno. Si consola bevendo ma si sente sempre più depressa.
Le cose cambieranno decisamente in meglio quando Larry e Mercedes si incontreranno e il film a questo punto prenderà una piega più sentimentale che sociologica.
Un ruolo importante è anche quello di Talya, la studentessa che prende sotto la sua ala protettiva lo spaesato Larry, facendolo aggregare alla sua banda di bikers in scooter e trasformandolo pian piano in un altro uomo, più alla moda e sicuro di se.
Un bel film dolce-amaro, con due grandi interpreti e un insegnamento : a volte la vita può farci male ma proprio quando si è toccato il fondo qualcuno o qualcosa può aiutarci a tornare a galla e a vivere meglio di prima, basta lasciarsi aiutare e, soprattutto, non sottovalutarsi mai. Come dice il direttore dei servizi studenteschi, un corso può cambiarti la vita.

domenica 6 novembre 2011

SCHIACCIATA DOLCE ALL'UVA


Ingredienti :
150 grammi di zucchero
300 grammi di farina
60 grammi di olio di oliva
200 grammi di latte
un uovo intero e un tuorlo
un pizzico di sale
una bustina di lievito per dolci
uva bianca e nera
una manciata di uva sultanina


In una terrina abbastanza profonda cominciate a sbattere le uova con lo zucchero
fino a che il composto non diventa chiaro.Aggiungere man mano la farina, l'olio , il latte e il pizzico di sale mescolando per incorporare bene gli ingredienti.Per ultimo aggiungere il lievito setacciato in un colino e mescolare ancora bene.
Imburrate e infarinate una teglia rettangolare , più la teglia è grande più il dolce riesce sottile e schiacciato. Versare il composto nella teglia.Aggiungere gli acini d'uva separati a metà e senza i semi ( volendo si può anche togliere la buccia ) e l'uvetta precedentemente ammollata in un pò d'acqua calda e poi strizzata. Cospargere di zucchero e infornare in forno preriscaldata a 180° per 30-35 minuti.
Si possono aggiungere altri ingredienti a piacere, ad esempio un pizzico di cannella o mandorle tritate o appena un goccio di rum per profumare il dolce.
E' ottimo sia tiepido che freddo.

giovedì 3 novembre 2011

DESTINO - SABRINA RIZZO


La trama : Micaela, una diciottenne chiusa e insicura, incontra in un bosco un bellissimo ragazzo che le fa strane rivelazioni. Lei crede sia un pò matto, non sa che quell'incontro è voluto dal Destino...

Destino è un bellissimo fantasy romantico e avventuroso, con personaggi ben delineati che subito diventano familiari.
Ci sono tutte le creature del mondo magico tradizionale, elfi, nani, sirene, quelle che abbiamo imparato ad amare dal Signore degli anelli in poi, ma l'atmosfera del romanzo non è quasi mai cupa o tragica, nel sottofondo c'è sempre l'incanto della natura, la serenità dei boschi, la magia scintillante delle cascate, la condivisione pacifica del territorio con gli animali di qualunque specie.
E ci sono i protagonisti, Micaela e Galdasor, una coppia che potrebbe ben essere interpretata dagli stessi attori di Twilight , che il Destino ha fatto incontrare per stravolgere le loro vite con un amore unico e prezioso.
Micaela è una ragazza come tante, ha un carattere un pò chiuso e non riesce a integrarsi bene con gli altri, le piace stare da sola in mezzo alla natura dove può sentirsi libera di cantare lontana da occhi indiscreti. Non ha molta autostima e il futuro le appare grigio e noioso. Non immagina neppure di essere una persona speciale, in grado di combattere per salvare dal male gli esseri umani e quelli magici. Non sa di possedere enormi poteri e di essere una Predestinata.
Galdasor è un principe degli elfi dei boschi, la sua razza è quasi immortale, è bellissimo e coraggioso ed è stato scelto per proteggere la Predestinata che il popolo degli Elfi aspettava da tanto tempo.
Fin dal primo incontro i due giovani s'innamorano perdutamente anche se aspettano a confessarselo, Micaela si ritiene troppo insignificante per un principe così bello e affascinante, Galdasor pensa che un'umana sia troppo diversa da un elfo e di essere considerato da Micaela solo un amico.
La ragazza abbandonerà la sua famiglia e il suo mondo per seguire Galdasor e gli altri elfi fino al rifugio dove sarà addestrata ad usare i suoi poteri. Dovrà fidarsi di lui ma soprattutto di se stessa e delle sue capacità innate.Insieme passeranno tra pericoli, inganni, fraintendimenti, il loro amore verrà spesso messo alla prova per il carattere impetuoso e testardo di lei e la gelosia di lui.Micaela, soprattutto, dovrà affrontare prove che solo qualche tempo prima le sarebbero sembrate inimmaginabili, armata solo dei suoi poteri che prendono forza dalla gentilezza e bontà del suo cuore e dell'amore immenso per Galdasor.
Intorno ai protagonisti ruotano tanti personaggi amici che li sosterranno e aiuteranno a costo della vita, e nemici spietati che cercheranno di eliminare Galdasor e piegare Micaela ai loro fini malvagi.
Una bella favola che si legge d'un fiato sia per la storia appassionante sia per lo stile molto scorrevole dell'autrice Sabrina Rizzo. E ora aspettiamo un seguito perchè certamente non è stata messa la parola fine alla storia e sono possibili ancora tante avventure per tutti i protagonisti.

martedì 1 novembre 2011

THIS MUST BE THE PLACE


La trama : Dopo la morte del padre l'ex rockstar Cheyenne attraversa l'America in cerca di un criminale nazista.

Paolo Sorrentino e Sean Penn ci regalano un personaggio, Cheyenne, che resterà a lungo nella memoria degli spettatori, al di là della storia narrata nel film.
Cheyenne è stato una rockstar famosa, ha duettato anche con Mick Jagger, ma ora che si è ritirato a Dublino, è rimasto fermo a quell'immagine dei tempi d'oro, incapace di maturare, di evolversi, di accettare il passare del tempo.Truccato e vestito tipo Robert Smith dei Cure come faceva quando era sul palco,trascina la sua esistenza annoiata e forse un pò patetica, come un adolescente mai cresciuto, trascinandosi dietro un trolley come una coperta di Linus, accudito dalla moglie-madre, svagato e tenero come Forrest Gump. Quando viene a conoscenza che il padre, con cui aveva troncato i rapporti, è in fin di vita, non riesce a raggiungerlo in tempo prima che muoia perchè ha paura di volare e si reca in America con la nave. Al cospetto del padre morto col quale non è riuscito a riappacificarsi prende la decisione di fare un'ultima cosa per lui, ritrovare il criminale nazista che lo aveva umiliato quando era internato in un campo di concentramento. Comincia così un viaggio attraverso l'America, con tanti incontri che finalmente lo faranno pian piano crescere e abbandonare le sue ipocondrie fino al confronto finale con l'aguzzino di suo padre, ormai vecchio e malato. Quando ritornerà a casa sarà finalmente l'uomo che per tanti anni si è nascosto sotto il trucco e la parrucca.
Un film dolce e lento, certamente non adatta a chi ama le pellicole d'azione, con un Sean Penn straordinario che regala al suo personaggio quell'espressione triste, la camminatura con le spalle curve, quegli sbuffi per scostare i capelli dagli occhi. Il titolo del film viene d una canzone di David Byrne, che compare anche come interprete durante un concerto.

domenica 30 ottobre 2011

HAPPY HALLOWEEN !


DOLCETTO O SCHERZETTO ?

giovedì 27 ottobre 2011

L'AUTUNNO E' ARRIVATO- FUJIWARA NO TOSHIYUKI


Anche se agli occhi
l'autunno non appare
è arrivato.
Mi fa trasalire
la voce del vento.

Fujiwara No Toshiyuki

martedì 25 ottobre 2011

I TRE MOSCHETTIERI IN 3D


La trama : Con l'aiuto del guascone D'Artagnan i 3 moschettieri devono salvare la regina e la Francia dagli intrighi del cardinale Richelieu.

Sono innumerevoli le trasposizioni cinematografiche del romanzo di Dumas, ce n'è una anche con i personaggi Disney. La versione di Paul W.S. Anderson, anche in 3D, da un lato conserva le caratteristiche tradizionali dei protagonisti, dall'altro li aggiorna in modo più spettacolare per dare un tono più moderno al classico film di cappa e spada. Così il meditativo Athos si presenta in versione ninja, il raffinato Aramis si lancia dai tetti come Batman, il manesco Porthos qui sfoggia un bel fisico palestrato. E Milady diventa un'eroina spericolata capace di esibirsi in un'edizione ante -litteram della famosa sequenza di Entrapment, destreggiandosi non fra una rete di luci laser ma di fili di seta per rubare la preziosa collana della regina.
L'azione parte da Venezia dove i tre amici insieme a Milady devono trafugare da una cripta leonardesca nientemeno che i disegni per realizzare una macchina da guerra volante. Milady però cede il bottino al Duca di Buchingham, un Orlando Bloom in versione dandy, e i moschettieri si ritrovano disoccupati e messi da parte, mentre Richelieu ( Christopher Walz, ancora una volta nei panni del cattivo )trama per prendere il potere. Ai tre si aggiunge D'Artagnan, giunto a Parigi dalla campagna col sogno di diventare moschettiere come suo padre.Da questo punto la trama è quella originale del romanzo, il gruppetto deve recuperare la collana della regina prima del grande ballo ma gli scontri più entusiasmanti non avverranno a cavallo ma a bordo di macchine volanti, una versione aerea di Pirati dei Caraibi.
Un film spettacolare di pura azione che rilassa e diverte senza far restare troppon in tensione, tanto il finale è scontato ( ma c'è una piccola sorpresa, una porta lasciata aperta per un possibile sequel ).

domenica 23 ottobre 2011

LA MORTE E' LA CURVA DELLA STRADA


Marco Simoncelli
20-01-1987 23-10-2011

La morte è la curva della strada,
morire è solo non essere visto.
Se ascolto,
sento i tuoi passi esistere
come io esisto.
La terra è fatta di cielo.
Non ha nido la menzogna.
Mai nessuno si è smarrito,
tutto è verità e passaggio.

Fernando Pessoa

venerdì 21 ottobre 2011

NESSUNO SI SALVA DA SOLO


La trama : Gaetano e Delia sono separati e si ritrovano a cena per capire cosa è successo al loro matrimonio.

Dopo un romanzo " corposo " come Venuto al mondo, che sarà presto un film, Margaret Mazzantini propone un volume più breve ma intensissimo, la storia di un amore ripercorsa una sera a cena dai due protagonisti che s'interrogano, cercano di capire cosa è successo al loro amore, così passionale e unico.
Si direbbe quasi l'autopsia di un rapporto, nell'intento di scoprire che cosa non ha funzionato, cosa li a portati a ridursi così, a cullare pensieri di morte, a spiare le coppie normali, quelle che si sono sapute accontentare di un'esistenza tranquilla e noiosa , sempre ben ancorata ai binari del tran tran quotidiano.
Forse erano troppo diversi, Gae con velleità artistiche, suoperficiale, disordinato, sempre col sogno di un romanzo nel cassetto, Delia, al contrario, con la mania della perfezione dopo essere uscita dall'anoressia e aver imparato a prendersi cura del proprio corpo e di quello degli altri diventando nutrizionista.
Eppure il loro amore era stato così travolgente, una vita sopra le righe, tanti amici che entravano e uscivano dalla loro casa sempre aperta. Poi la quotidianità e i suoi problemi li hanno sopraffatti, i figli, il mutuo da pagare, Gae che deve accontentarsi di fare il ghost writer sfruttato e pagato male, sempre troppo preso dal lavoro.A tutti e due cominciano a pesare i difetti, le manie, le mancanze dell'altro, fino al tradimento di Gae con una giovane animatrice di feste per bambini. Si separano ma non ritrovano la serenità , è per questo che s'incontrano un'ultima volta, perchè è loro diritto sapere, sapere se qualcuno poteva aiutarli a salvarsi, se hanno sbagliato a cercare di tirare avanti il più possibile invece di lasciarsi prima del punto di non ritorno.
Un amore raccontato nel tempo di una cena,in bilico tra ricordi belli e amari, tra cose da salvare e da rinfacciare. Fino, forse a capire, perdonare e perdonarsi per poter ricominciare, anche da soli.

lunedì 17 ottobre 2011

EX-AMICI COME PRIMA


La trama : le storie intrecciate di varie coppie alle prese con tradimenti e abbandoni.

Il film dei Vanzina eredita il titolo da quello di Brizzi, EX, ma non è un sequel, è una commedia dal piglio leggero e mai volgare ma che a volte ricorda un pò lo stile fiction televisivo.
Un bel cast si divide la scena : Alessandro Gassman è un architetto un pò imbranato che s'innamora dell'avvocato divorzista della moglie-arpia, Vincenzo Salemme, neo deputato al Parlamento Europeo ha una breve storia con la premier delle Repubbliche Baltiche e da questa avventura dolce-amara ne esce migliorato tanto da decidere di dimettersi dalla carica ottenuta con diversi intrallazzi e ritornare al suo lavoro di farmacista, Enrico Brignano è un neo sposo che in viaggio di nozze incontra una sua bellissima ex e medita di lasciare la sposina, Teresa Mannino, saccentella come nello spot della 3 ( e viene citato anche Raul Bova ), Ricky Menphis si finge psicologo perchè innamorato della Pession ( è l'episodio meno credibile ), Paolo Ruffini si barcamena tra tragicomiche avventure di una notte ed è protagonista delle scene più divertenti.
Certo non è un film impegnato ma ha fatto presa sul pubblico ed è campione d'incassi anche perchè è sicuramente più elegante di certi cinepanettoni e ha pure qualche sprizzo di attualità come la situazione dei padri separati vessati dalle mogli o i riferimenti al malcostume della politica italiana.

venerdì 14 ottobre 2011

I DIRITTI DEL LETTORE - DANIEL PENNAC


Siamo lettori incalliti, aspiranti lettori, lettori delusi, lettori distratti, curiosi, selettivi, curiosi, metodici ? Ecco il nostro decalogo, i diritti che hanno tutti i lettori e i non-lettori di ogni età :
1) Il diritto di non leggere.

2) Il diritto di saltare le pagine.

3) Il diritto di non finire il libro.

4) Il diritto di rileggere.

5) Il diritto di leggere qualsiasi cosa.

6) Il diritto al bovarismo.

7) Il diritto di leggere ovunque.

8) Il diritto di spizzicare.

9) Il diritto di leggere ad alta voce.

10) Il diritto di tacere.

Daniel Pennac da Come un romanzo

Forse è meglio lasciar perdere il primo diritto, quello di non leggere e leggiamo ciò che ci pare, quando ci pare, quanto ci pare, come ci pare, ma leggiamo, ogni libro è un nuovo universo che ci spalanca le sue porte e ci guida ai suoi misteri.
Ogni libro può arricchirci, anche quello che non ci è piaciuto, quello che abbiamo lasciato a metà, quello che ci ha indignato o deluso.Leggiamo di tutto, qualsiasi libro potrebbe essere quello buono, quello che parla di noi , che parla al nostro cuore e contiene le risposte che abbiamo sempre cercato.Ogni libro può contenere un tesoro, andiamo a cercarlo !

lunedì 10 ottobre 2011

ABDUCTION


La trama : Nathan,un ragazzo con genitori un pò troppo oppressivi, scopre per caso una sua foto su un sito che si occupa di bambini scomparsi. Capisce così di avere una vera famiglia da qualche parte ma si trova coinvolto in un incredibile intrigo di spie e mercenari e dovrà prendere la via della fuga per salvarsi e far luce sul suo passato.

Un film tutto costruito sulla fisicità di Taylor Lautner, il ragazzo-lupo di Twilight, con una trama già vista tante volte, la fuga di un uomo solo, possibilmente accompagnato da una ragazza ( qui la sua compagna di liceo Karen )braccato da amici e nemici , che non si può fidare di nessuno e deve contare solo sulle sue forze e sul suo intuito. Certo pare un pò incredibile che un ragazzo, fino al giorno prima solo un liceale ribelle tanto da dover essere seguito da una psicologa,possa trasformarsi di colpo in una specie di agente segreto capace di tenere a bada non solo il temibilissimo killer che lo sta cercando ma anche la Cia che non si sa fino a che punto sia dalla sua parte. La spiegazione è che queste capacità ce l'ha nel DNA, essendo figlio del più abile agente della Cia che ha rinunciato a lui dopo la morte della moglie per non metterlo in pericolo.
Comunque non si tratta di un brutto film, regala un paio d'ore di pura evasione, ci sono tanti inseguimenti, lotte, un pò di suspence e anche bravi attori nel cast, come Sigourney Weaver,che indossa un pò il piglio della Ripley di Alien , Alfredo Molina e Maria Bello.
Il protagonista ci ricorda ancora un pò troppo Jacob e quando corre ci aspettiamo che da un momento all'altro si trasformi in lupo e ci vorrà del tempo prima che possa sdoganarsi dal personaggio che l'ha reso celebre ma è ancora molto giovane e certamente gli capiterà qualche ruolo diverso magari più di pensiero che d'azione.

giovedì 6 ottobre 2011

SIATE AFFAMATI. SIATE FOLLI.


Steve Jobs 1955-2011

Abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione : loro vi guideranno in qualche modo nel conoscere cosa veramente vorrete diventare.Tutto il resto è secondario.
Dal discorso di Steve Jobs all'Università di Stanford.

mercoledì 5 ottobre 2011

5 OTTOBRE-14 OTTOBRE 1582 I GIORNI MAI ESISTITI

Il 4 ottobre 1582 , giovedi, i cittadini che si erano pacificamente addormentati si risvegliarono sempre di venerdi, ma era venerdi 15 ottobre ! Come era potuto succedere ? Fino a quel giorno era in vigore il calendario giuliano, voluto da Giulio Cesare nel 46 A.C. . Quel calendario però era piuttosto impreciso, nel corso dei secoli si era creata una differenza tale tra anno solare e anno civile che l'equinozio di primavera nel 1582 ormai cadeva l'11 marzo e man mano sarebbe slittato ancora oltre. Papa Gregorio XIII decise che era arrivato il momento di riformare il calendario e per rimettere le date a posto stabilì che vi fosse un salto di 10 giorni, quei 10 giorni ,dal 5 al 14 ottobre che furono cancellati per sempre in modo che l'equinozio di primavera l'anno successivo potesse celebrarsi il 21 marzo.Nacque così il Calendario Gregoriano.
Per evitare che col tempo vi fossero nuove imprecisioni fu stabilito che tutti gli anni divisibili per 100 ( anni centenari )non fossero più bisestili tranne quelli divisibili per 400. Con le moderne tecniche scientifiche si è scoperto che comunque vi è ancora un piccolissimo slittamento in avanti dell'anno ma si tratta di secondi e ci vorranno secoli per arrivare a una differenza che si possa notare.
Su questi giorni mai esistiti però si potrebbe molto fantasticare, magari in un romanzo o un film che racconti di avvenimenti e avventure cancellate di colpo dal corso del tempo !

domenica 2 ottobre 2011

CONTAGION


La trama : Un virus sconosciuto minaccia l'umanità, bisogna trovare subito un vaccino prima che si scateni il panico totale.

Questo film di Solderbergh, presentato fuori concorso al Festival di Venezia, è certamente angosciante ma , nonostante il cast stellare, non emoziona , è quasi come se fosse un documentario sulla nascita, la diffusione e il debellamento di un virus che rischia di provocare una pandemia.
Ci vengono mostrate tutte le varie persone che, in un modo o nell'altro, vengono a contatto con il virus : vittime, ispettori del Ministero della Sanità, ricercatori che con abnegazione si dedicano al loro lavoro e anche individui che vogliono approfittare della situazione per ottenere fama e guadagno.
Tutto parte dalla " vittima 0 " Gwynet Paltrow, che in modo accidentale viene contagiata dal virus a Hong Kong. Quasi tutte le persone che entrano in contatto con lei , anche il suo bambino, muoiono in poco tempo , dopo aver a loro volta contagiato altre persone. Solo suo marito, Matt Damon, è immune e deve pensare a proteggere la figlia adolescente in una città, Chicago, che viene blindata dall'esercito in attesa di un vaccino. Assistiamo alle indagini per scoprire l'origine del virus ,che causeranno vittime tra gli stessi ispettori,ai tentativi dei ricercatori che testano vaccini sugli scimpanzè per trovare quello giusto, alle manipolazioni mediatiche di un blogger che vanta di aver trovato una cura omeopatica più sicura dei vaccini, mentre la paura monta tra la popolazione, cominciano i saccheggi, si moltiplicano i morti,varie personalità internazionali vengono prese in ostaggio in cambio del futuro vaccino.Alla fine una coraggiosa ricercatrice sperimenterà su se stessa un siero che sarà capace di fermare il virus e lo farà distribuire gratuitamente ma ci vorrà molto tempo prima che tutta la popolazione sia vaccinata. Verrà scoperto anche cosa ha causato il virus, uno sciagurato incontro tra pipistrelli malati di aviaria e maiali. Tutto qui. Uno scenario che forse è anche realistico, il regista ci mostra il dietro le quinte di un'emergenza sanitaria ma in questo film manca l'azione presente in altre pellicole del genere, magari più fumettistiche ma più avvincenti, manca, ad esempio, il gruppo terroristico sui generis che vuole diffondere un virus letale e l'eroe che deve salvare il mondo o il gruppo farmaceutico che diffonde il contagio per vendere il vaccino con lo scienziato integerrimo che li smaschera.Certo che si esce dal cinema con un pò di inquietudine pensando alle migliaia di cose che tocchiamo ogni giorno e che potrebbero potenzialmente pericolose in caso di epidemia.!

mercoledì 28 settembre 2011

L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE


La trama : In un laboratorio farmaceutico di S.Francisco si sperimenta sugli scimpanzè un farmaco contro l'Alzheimer che ha anche l'effetto, sugli animali, di accrescerne le capacità intellettive fino a renderle simili a quelle umane.

Tutti ricordano Il pianeta delle scimmie, con Charlton Heston, che pensava di essere precipitato con la sua navicella spaziale su un pianeta sconosciuto dominato dalle scimmie e scopre alla fine di essere tornato sulla Terra dove la razza umana si è quasi estinta. Questo prequel ci spiega come è potuto avvenire un simile incredibile cambiamento.
Tutto prende il via dagli studi di un ricercatore, Will Rodman, che vuole trovare un rimedio contro l'Alzheimer, di cui soffre suo padre e anche contro tutte le malattie degenerative della mente. Il siero viene sperimentato sugli scimpanzè, gli animali più simili all'essere umano, che acquisiscono, in breve tempo, grandi capacità intellettive. Ma l'esperimento viene interrotto quando uno degli esemplari-cavia devasta il laboratorio.Gli animali vengono soppressi e si salva solo un piccolo appena nato che Will porta a casa . Caesar è nato geneticamente modificato e si dimostra estremamente intelligente.Viene cresciuto come un figlio e forse si crede tale.Nel frattempo Will somministra il siero anche a suo padre che riacquista subito intelligenza e memoria.Tutto sembra andare per il meglio ma quando il padre di Will, che è ripiombato nella malattia , viene aggredito da un vicino, Caesar si batte per difenderlo e viene internato in una struttura-prigione per le scimmie.
Qui Caesar si troverà faccia a faccia con esseri della sua specie e all'inizio li rifiuta, non si riconosce in loro, si sente più vicino agli umani che agli animali. Ma deve fare i conti anche con la crudeltà di un sorvegliante ( Tom Felton il Draco Malfoy della saga di Harry Potter, anche qui nel ruolo di cattivo )e nasce il seme della ribellione.
Nel laboratorio, intanto, i successi di Will vengono finalmente riconosciuti e, subdorando il riscontro economico che una tale scoperta potrebbe apportare, gli viene data la possibilità di un sperimentare un siero ancora più potente.
Caesar sfrutta la sua intelligenza per evadere e rubare il siero e somministrarlo alle altre scimmie di cui diventa il capo, organizzando una fuga spettacolare che si trsforma in sanguinosa guerriglia contro le forze dell'ordine.
Il protagonista principale è proprio Carsar, che non è un vero scimpanzè e neanche un attore travestito. E' stata usata la stessa tecnica utilizzata nel Signore degli Anelli per creare Gollum e con lo stesso attore,Andy Seskis, che ha interpretato le scene e poi la sua immagine è stata trasformata digitalmente. Ha potuto così mantenere quella espressione umana che caratterizza Caesar,così pensosa e tormentata, soprattutto quando s'interroga sulla sua vera natura.Il film si schiera anche contro gli esperimenti su animali per testare farmaci e cosmetici che spesso sono inutili e cruenti.E contro la sete d'onnipotenza dell'uomo che per ambizione o per motivi economici cerca di stravolgere la natura, che spesso gli si rivolta contro.
Ma ci si chiede, come ha fatto un piccolo esercito di scimmie, pur intelligenti e molto agguerrite, a finire col dominare la Terra ? Basta sapere che il nuovo siero è letale per l'uomo e che un ricercatore viene contagiato e muore, dopo essere entrato in contatto con altre persone...

sabato 24 settembre 2011

25 SETTEMBRE MARCIA DELLA PACE PERUGIA-ASSISI

Alle 9.00 partirà dai Giardini del Frontone di Perugia la 19° Marcia della Pace che si concluderà alle 15.00 alla Rocca di Assisi.
Quest'anno ricorre il cinquantenario della manifestazione, ideata da Aldo Capitani e partita per la prima volta il 24 settembre 1961, che vide anche esporre ufficialmente la bandiera della pace, con i sette colori dell'arcobaleno.
Anche il tema della marcia di quest'anno, 24 km da Perugia ad Assisi, è quello originale della prima edizione, Pace e fratellanza tra i popoli. Insieme ai semplici cittadini parteciperanno delegazioni di tanti comuni e province italiani, di organizzazioni umanitarie sia laiche che religiose e anche tanti giovani provenienti dai Paesi arabi Mediterranei , sconvolti di recente da tante sanguinose lotte fraticide. Una marcia faticosa che è un modo " fisico " per manifestare la voglia di pace, di comunione d'intenti tra i popoli perchè solo con l'unione e la fratellanza si può costruire un futuro libero e migliore per tutti, su un percorso che si ispira a San Francesco.
La Marcia è stata preceduta dal meeting 1000 giovani per la pace il 23 e 24 settembre.
Anche il presidente Napolitano ha voluto dare un contributo all'evento con un messaggio in cui esprime i suoi auguri per la riuscita della manifestazione.
E chi non se la sente o non può fare tutto il percorso può fare solo qualche tratto o farsi trovare all'arrivo dove ci saranno tanti festeggiamenti per i partecipanti.

mercoledì 21 settembre 2011

UN REGALO DA TIFFANY


La trama : La vigilia di Natale da Tiffany due uomini comprano un regalo in tutta fretta per le fidanzate. il destino si divertirà a scambiare i regali e a sconvolgere le loro vite.

Questo romanzo di Melissa Hill sta avendo un grande successo, complice anche il prezzo contenuto , ed è una di quelle commedie romantiche ma non sdolcinate che si leggono sempre con piacere e che, magari, si vorrebbe vedere anche al cinema.
Su tutta la storia aleggia la magia di Tiffany, la celebre gioielleria che ha davvero un fascino particolare, come ben sapeva anche Audrey Hepburn a cui bastava entrare lì quando aveva le " paturnie " , nel film Colazione da Tiffany.
Ethan, vedovo con una sensibile figlioletta, va a ritirare un prezioso anello di fidanzamento per Vanessa alla quale,finalmente, ha deciso di chiederle di sposarlo. Gary,piccolo imprenditore irlandese, compra all'ultimo minuto un braccialetto d'argento per la fidanzata Rachel, un pensierino senza impegno.Quando Gary , all'uscita del negozio, viene investito da un taxi, Ethan e la piccola Daisy lo soccorrono. E' qui che avviene casualmente lo scambio dei regali.Così Vanessa, che si aspettava una proposta di matrimonio si ritrova con un braccialetto grazioso ma poco significativo e Rachel invece riceve la proposta che mai si aspettava da uno sbalordito ma scaltro Gary che si è ben guardato dal confessare che quell'anello non è suo.
Ethan , naturalmente, cercherà in tutti i modi di riavere il suo anello e così incontrerà Rachel e la sua socia Terri e imparerà a conoscere il suo mondo, il bistrò Stromboli a Dublino, un locale che le due amiche gestiscono con amore .
La piccola Daisy, intanto, è convinta che lo scambio dei regali sia stato un segno del destino. Sua madre le raccontava sempre della magia di Tiffany e lei ci crede fermamente anche perchè non le piace molto Vanessa mentre trova molto simpatica Rachel.Anche Ethan, del resto, si trova molto bene con Rachel e non riesce a disilluderla sulla vera provenienza dell'anello.
Dopo molte peripezie si giungerà a un finale a sorpresa che sembra confermare le idee di Daisy : Tiffany è un posto incantato e la sua magia rimane legata agli oggetti usciti dal negozio per rendere felici chi li ha comprati e chi li riceve.

domenica 18 settembre 2011

BAD TEACHER


La trama : Elizabeth Halsey, svogliata insegnante di letteratura, non aspetta altro che sposare il suo ricco fidanzato e lasciare la scuola. Ma quando il matrimonio va a monte non le resta che riprendere il suo lavoro,per il quale non ha nessun interesse, e cercare un altro pollo da spennare.

Una commedia divertente sul mondo della scuola dove al posto di illuminati docenti, come nell'Attimo fuggente, troviamo come protagonista un'insegnante completamente inadatta a ricoprire il difficile ruolo di educatrice.Cameron Diaz è veramente una " cattiva maestra ", sregolata, dedita ad alcool e droghe e perennemente in cerca di soldi per rifarsi il seno poichè è convinta, pur avendo un fisico mozzafiato, che solo aumentando la taglia di reggiseno troverà un marito facoltoso che la lasci libera di vivere nel lusso.Quando nella scuola arriva un supplente di matematica, bello e ricco come piace a lei ( Justin Timberlake, ex della Diaz ), si metterà all'opera per sedurlo e sottrarlo alle grinfie di una collega, l'insegnante " perfetta " Amy.
Ma oltre alle sregolatezze e scorrettezze di Elizabeth troviamo nel film un vero campionario di personaggi strambi : il preside ossessionato dai delfini, l'insegnante entusiasta e dedita agli alunni che, sotto sotto è una pericolosa isterica, il maestro di ginnastica che non è capace di salire sulla pertica , la professoressa timida e imbranata, il supplente dalle strane manie sessuali. Senza contare gli allievi con i vari problemi tipici dell'adolescenza.
Alla fine, dopo vari stratagemmi,Elizabeht riuscirà a salvare il posto di lavoro e troverà anche la sua vera strada e l'amore, anche se non era quello che sognava.E anche se si dimostra veramente una pessima e inadeguata insegnante sul piano didattico,molti alunni , guardando il film, l'avrebbero voluta come maestra. E anche i loro padri.

mercoledì 14 settembre 2011

SUPER 8


La trama : Un gruppo di ragazzini mentre gira un film horror amatoriale assiste ad un terribile incidente ferroviario che sconvolgerà la loro vita e quella della loro città.

J.J. Abrams ha confezionato un film di fantascienza alla maniera di Spielberg ( produttore di Super 8 ) senza però rinunciare al suo stile e alle sue ossessioni personali.
Super 8 è un'incrocio tra I Goonies e E.T. ma molto più inquietante e cattivo.
Ambientato in una tipica cittadina di provincia americana ( quelle in cui sembra naturale che compaiano mostri, vampiri, alieni )alla fine degli anni '70, quando la tecnologia odierna era impensabile ( i protagonisti comunicano tra loro con i walkie - talkie invece che con i telefonini ), narra di un gruppetto di amici veramente ben assortito per carattere e manie, con la passione della cinematografia. Arruolata la ragazzina più bella della scuola si recano di notte nei pressi della ferrovia per girare la scena madre del loro film dell'orrore. Naturalmente non hanno telecamere digitali ma una cinepresa Super 8, con la pellicola che va sviluppata prima di poter essere visionata. Ben presto l'orrore però diventa autentico : un misterioso treno deraglia sotto i loro occhi, tra fiamme e vagoni che volano per aria.La sorpresa più grande però è quella di scoprire che a causare l'incidente è stato un loro professore che intima loro di non parlarne con nessuno perchè è a rischio la loro vita e quella dei loro cari. Ma non è facile tentare di far finta che non sia successo niente : la città viene invasa da truppe militari,cominciano misteriose sparizioni di uomini e materiale elettrico, gli animali fuggono in preda a un panico inspiegabile.E una oscura presenza aleggia nei dintorni. Toccherà ai giovani amici e al vice-sceriffo, padre di uno di loro ,cercare di scoprire cosa sta succedendo e salvare tutti sia dalla " cosa " che dall'esercito.
Al di là della trama il film è anche un omaggio all'epoca d'oro dell'adolescenza, quando nascono le grandi amicizie, quando si crede ancora veramente nei propri sogni e ambizioni, quando si è veramente tutti per uno e l'affetto e la compagnia possono aiutare anche i più grandi dolori.
Inoltre, per i fan di J.J. Abrams ,il regista ha nascosto quà e là qualche citazione di Lost e dei suoi telefil preferiti,tutte da scoprire.

sabato 10 settembre 2011

VICINO A TE NON HO PAURA _ NICHOLAS SPARKS


La trama : Katie, per sfuggire al marito violento e oppressivo, si rifugia a Southport,sperando di trovare pace e tranquillità e la vita normale che ha sempre sognato. Avrà l'opportunità di trovare finalmente la felicità ma sempre guardandosi alle spalle, perchè il passato è sempre in agguato.

Nicholas Sparks è autore di numerosi best-seller, alcuni dei quali diventati anche film di successo come Le parole che non ti ho detto, I passi della vita, Come un uragano, The last song.
I suoi romanzi d'amore son letti in tutto il mondo, ma non sono per niente sdolcinati, l'happy end non sempre arriva alla fine oppure deve essere raggiunto attraverso prove dolorose e tormenti interiori. Eppure le sue opere sono tutte pervase dall'amore, questo sentimento così universale e insieme così particolare per ciascuno di noi, l'unico in grado di cambiare la nostra vita e renderla migliore, l'unico per cui valga la pena di lottare con coraggio e fiducia.
Anche la storia di Katie e Alex non sfugge a questa regola : Katie, dopo alcuni tentativi finiti male, è riuscita finalmente a scappare da casa, dove il marito Kevin, brutale e pericoloso, la teneva praticamente segregata, controllandola a vista, impedendole di uscire da sola e di avere amicizie.Ma Katie non si sente mai al sicuro perchè Kevin è un abile investigatore della polizia e prima o poi riuscirà a rintracciarla. Così quando giunge a Southport fa di tutto per non essere notata. Trova lavoro come cameriera e va ad abitare in una casetta sperduta in una radura.
Alex è rimasto vedovo troppo presto con due figli piccoli a cui badare e un emporio da mandare avanti.La sua storia d'amore era stata così bella e felice che dubita di trovare un'altra donna dolce e appassionata come la sua Carly e che voglia farsi carico anche dei bambini.
In un paese così piccolo Katie e Alex finiscono inevitabilmente per incontrarsi. Si piacciono ma Katie non può lasciarsi andare, ha i suoi segreti da nascondere, sa che presto dovrà scappare via di nuovo, non può impegnarsi con Alex e i bambini che hanno già sofferto molto,come gli fa notare la nuova amica Jo, una consulente che si occupa proprio di sostegno alle famiglie che hanno subito un grave lutto.
Pian piano Katie però si aprirà alla possibilità di una vita felice, senza più paure.Ma poi accade l'inevitabile, Kevin fortuitamente riuscirà a rintracciarla e sulla futura famigliola incomberà la tragedia.
Ce la farà Katie a proteggere se stessa e i bambini dalla furia omicida di Kevin ? Troverà la forza di opporsi definitivamente a lui o dovrà rassegnarsi ad essere trascinata di nuovo nel suo incubo matrimoniale ? Questo è tutto da scoprire . Senza contare che nella storia c'è anche un pizzico di soprannaturale che non guasta mai.

martedì 6 settembre 2011

CAPTAIN AMERICA


La trama : Steve Rogers, un ragzzo timido e mingherlino, vuole a tutti costi arruolarsi per combattere nella seconda guerra mondiale. Ci riuscirà partecipando ad un esperimento segreto che lo trasformerà in un Supereroe.

Il personaggio della Marvel, Captain America, fu creato nel 1941 da Simon e Kirby per evidenti scopi propagandistici ed ebbe subito molto succcesso. Poi , finita la guerra, perse popolarità e fu riproposto in seguito, slegato dal contesto storico nel quale era nato, come uno dei difensori dei deboli,anche per le sue caratteristiche di umanità e empatia.
Il film ripropone la genesi del personaggio, il giovane Steve, animato da amor di Patria che non riesce ad arruolarsi a causa della scarsa prestanza fisica.Quando gli propongono di prender prte ad un esperimento in grado di creare un esercito di super soldati accetta senza esitazioni e, effettivamente ,il suo fisico si trasforma e lui acquista capacità di grande velocità e forza fisica. Ma i suoi sentimenti, la sua onestà e rettitudine rimangono immutati e, dopo aver rischiato di rimanere per sempre un fantoccio da esibire per far propaganda, diventerà un vero capitano in grado di salvare centinaia di soldati dalle mani dei tedeschi e lo farà scontrare con Red Skull, un comandante tedesco anch'esso trsformatosi grazie a un siero sperimentale.
Il personggio del cattivo ( e anche quello dello scienziato suo assistente ) somiglia molto a quello de I predatori dell'arca perduta e farà la stessa fine ma, del resto,il regista Joe Jonhston ha vinto un oscar per gli effetti speciali proprio per quel film.
Captai America è un bel film, con immancabili scene di combattimenti ( contro nemici vestiti come in Guerre Stellari ), qualche momento romantico, grandi esempi di amicizia e di lealtà. Il finale è a sorpresa, ma non troppo, in attesa del film sui Vendicatori.

sabato 3 settembre 2011

SERA DI SETTEMBRE


Il vento di velluto
mi sfiora la pelle,
l'aria si fa azzurra
poi subito bruna,
è ancora estate
ma sembra già così lontana,
non c'è più quella luce così chiara
la sua luce speciale,
la mia luce.
Niente più promesse,
solo ricordi,
niente più
domande
ma neanche risposte.
Rimangono i sogni
che si accendono come stelle
e corrono lontano
nel tempo e nello spazio.
E io lo so dove vanno,
in un posto dove non sia settembre,
e dove ci sia il mare.
Per sempre.
by Morgana

lunedì 29 agosto 2011

LANTERNA VERDE


La trama :Un terribile nemico, Parallax, minaccia l'ordine dell'universo, finora custodito dal corpo delle Lanterne Verdi. Toccherà a Hal Jordan, il primo umano nominato Lanterna Verde,cercare di neutralizzare il nemico e le sue paure personali.

Lanterna Verde è un supereroe della DC Comics degli anni '40. Dsl lontano pianeta di Oa un gruppo di saggi guardiani è riuscito a imbrigliare la luce verde che scaturisce dalla forza di volontà e ha creato un gruppo di guerrieri,le Lanterne Verdi, che hanno il compito di viglilare sull'intero universo, diviso in 3600 settori, garantendo pace e stabilità. Ma un antico nemico, Parallax che si nutre della paura dei suoi avversari, stà distruggendo intere civiltà.Quando il più forte delle Lanterne Verdi viene ucciso da Parallax il suo magico e infallibile anello sceglie un sostituto, Hal Jordan, un umano non privo di difetti e tutt'altro che affidabile.
Hal da sempre lotta contro le sue paure e cerca di essere all'altezza di suo padre, un pilota morto in un incidente aereo. Anche Hal è diventato pilota ed è sempre più spericolato e irresponsabile per nascondere le sue insicurezze.
Anche quando verrà scelto dall'anello e catapultato in una realtà impensabile che gli regala super poteri ma anche grandi responsabilità, la sua prima reazione sarà di lasciar perdere tutto, sentendosi inadeguato di fronte a guerrieri che hanno come prima regola quella di non aver paura. Ma proprio la sua fragilità e la sua umanità saranno la chiave vincente per affrontare il nemico e dimostrarsi degno dell'incarico ricevuto dall'anello.
Hal Jordan è come Spiderman, non è nato supereroe e deve imparare a convivere con le grandi possibilità e grandi responsabilità del suo nuovo stato.Ma è anche un simpatico guascone , meno malinconico e imbranato di Spiderman.
L'atmosfera del film è tutta intrisa dalla luce verde della forza di volontà, che è il cuore e il motore dell'Universo , la sceneggiatura è molto fumettistica e il protagonista, Ryan Reynolds ha il fisico giusto per la parte.Una pellicola godibile, spettacolare ma senza eccessi,con un mostro, Parallax che ricorda un pò tanti altri cattivi digitali di vari film passati e con un pizzico di lezione morale,non si può vivere senza paura ma bisogna trovare il coraggio per affrontarla, che non guasta mai.

giovedì 25 agosto 2011

QUANDO FINISCE DAVVERO L'ESTATE ?

Astronomicamente, si sa, l'estate finisce il 23 settembre, con l'Equinozio d'Autunno, meteorologicamente quest'anno, dopo un inizio un pò incerto, sta regalando bellissime giornate calde, per la gioia di chi si gode adesso le vacanze. Ma per ciascuno di noi, quando finisce davvero l'estate ? Quando scatta quel preciso momento in cui ci riappropriamo della vita di tutti i giorni senza più nostalgia o malinconia ?
E' quando decidi che è giunto il momento di togliere tutti quei braccialetti colorati e cavigliere che hai collezionato durante le vacanze. Quando ti guardi allo specchio e pensi che non basta più un pò di terra abbronzante per dare colorito al viso e bisogna tornare al fondotinta.Quando improvvisamente le tue T-shirt ti sembrano troppo sgargianti e i top troppo scollati per essere indossati in città.Quando la smetti di andare a controllare ogni giorno su Facebook se i tuoi nuovi amici ti hanno taggato in qualche foto delle vacanze.Quando non scatti più dalla sedia ovunque tu ti trovi appena senti la canzone che hai ballato per tutta l'estate e quando decidi di non averla più come suoneria del telefonino. Quando ti vien voglia di un nuovo taglio e un nuovo colore di capelli. Quando ti iscrivi e cominci veramente a frequentare palestra o piscina. Quando ti vien voglia, guardando le vetrine, di comprare subito scarpe e vestiti delle nuove collezioni.Quando ricomincia il campionato di calcio, le nuove serie Tv, i nuovi reality.Quando riprendi la vecchia cattiva abitudine di bere al mattino un caffè di fretta invece di cercare di fare una bella e ricca colazione come facevi in vacanza.
Quando senti dentro di te finalmente l'energia per affrontare le sfide di tutti i giorni.
Ognuno ha i suoi tempi, c'è chi si rituffa subito nel tran tran quotidiano e chi ci mette di più a superare la nostalgia post-vacanza.Ma alla fine lo facciamo tutti, archiviamo l'estate appena trascorsa nell'album dei ricordi.Ed è giusto così, ogni cosa ha il suo tempo e il suo momento, tutto passa, le cose belle e quelle brutte e, nella giostra della vita, comincia un altro giro.Tanto l'estate, come sempre, ritornerà.

domenica 21 agosto 2011

UN GIOCO PER L'ESTATE : CHARLIE MINGUS

E' il tipico gioco da fare in spiaggia ma può andare benissimo anche per trascorrere in allegria una serata invernale. Non so perchè si chiama così e probabilmente è conosciuto anche con altri nomi, in fondo non è altro che una variante del famoso Nomi, Cose, Città che si giocava a scuola e ora impazza su FaceBook.
Si gioca a squadre, massimo 3 ,ma con molti partecipanti, meglio se di età diverse e con un giudice super partes .
Si distribuisce un foglio con le lettere dell'alfabeto, comprese W,Y,J,K e X.Le squadre ,che si saranno date un nome divertente e fantasioso ,dovranno trovare dei personaggi con l'iniziale del nome con le varie lettere dell'alfabeto e il cognome che inizia con la lettera estratta o scelta dal giudice.Sono ammesse tutte le categorie di personaggi famosi, compresi nomi d'arte o personaggi di fantasia come , ad esempio, Harry Potter o zio Paperone. Dopo 2 minuti il giudice ritirerà i fogli e controllerà i risultati. Per i nomi controversi vale il giudizio insindacabile del giudice ma le squadre avversarie possono sportivamente ammettere di conoscere il personaggio. E' importante anche che i nomi siano scritti correttamente altrimenti non sono validi. Per ogni personaggio esatto si assegnano alla squadra 10 punti ( 5 se due o più squadre hanno indicato lo stesso personaggio ) . Dopo due manches normali c'è una manche speciale, con punteggio doppio e con cognomi più difficili, che iniziano con lettere meno usate tipo W o J. Vince la squadra che alla fine dei 3 turni ha totalizzato più punti.
Il gioco è appassionante e molto divertente, soprattutto quando nascono discussioni su prsonaggi improbabili, sia tra squadre avversarie sia all'interno della stessa squadra. Naturalmente è vietato barare consultando Internet dai cellulari !

mercoledì 17 agosto 2011

SCRUB NATURALE DELICATO

Questa estate ho imparato a preparare degli scrub fatti con ingredienti completamente naturali che assolvono con delicatezza la loro funzione di rimuovere le cellule morte e levigare l'epidermide.
Il primo, molto leggero, è composto da olio d'oliva, limone e bicarbonato. Si prepara una pappetta granulosa e si passa sulle mani, come se le stessimo insaponando. E' preferibile compiere l'operazione accanto al lavabo o ad una bacinella perchè pian piano il composto si secca e scivola via. A questo punto basta lavarsi le mani e risultano morbidissime. E non solo, se avete lasciato sulle dita anelli d'argento o argento indiano, torneranno lucidi e splendenti come nuovi. Si può usare su tutto il corpo, insistendo sulle zone più ruvide come gomiti , ginocchi e talloni, e anche sul viso ( ma sul viso non l'ho provato ).
Uno scrub più forte, invece, si prepara semplicemente mescolando miele e zucchero di canna. Si usa solo per il corpo perchè i granelli di zucchero sono abrasivi e lascia la pelle morbida e profumata.
Certamente avremo bisogno dello scrub quando l'abbronzatura , ahimè, comincerà ad andar via non in modo omogeneo, lasciando delle chiazze più scure. Con questi scrub naturali e non aggressivi la pelle tornerà ad essere luminosa anche se più chiara e resteremo dorate più a lungo.

domenica 14 agosto 2011

L'ISOLA CHE NON C'E'


L'isola che non c'è esiste davvero. E'un luogo fisico e interiore nello stesso tempo.
E' il posto dove tutto è perfetto, dove non arrivano le brutte notizie, dove c'è sempre amore, serenità ,allegria.Dove ogni cosa , anche la più semplice o insignificante ti sembra più bella, importante, dove il tempo si dilata, può restare sospeso, si può fermare.Ognuno deve trovare la sua, ma quando l'ha trovata può sempre tornarci, anche se si è lontani perchè istantaneamente si apre un passaggio segreto, una porta nel cuore e basta una canzone, un profumo, una foto per spalancare quella porta e potersi rifugiare lì nel mondo incantato dove vivono i ricordi e le emozioni. Ogni isola è diversa ed insieme uguale , sono tutte bellissime, abitate dai nostri fantasmi del passato e da quelli che verranno, dove sei sicuro che i sogni si realizzeranno , dove ci sarà sempre posto per qualcosa di nuovo, nuove sensazioni, nuove canzoni, nuove persone ,senza togliere spazio al passato e a quello che hai amato . Quando l'inverno più freddo ti gelerà il cuore il sole della tua isola lo riscalderà e scioglierà la morsa di ghiaccio che attanaglia la tua vita. Anche nei momenti più bui saprai che la tua isola è là che ti aspetta e ti cullerà nelle sue notti stellate e profumate di mare.Non smettere di cercare la tua isola, il tuo rifugio.La riconoscerai subito quando finalmente l'avrai trovata e non la dimenticherai più, sarà parte di te e nessuno potrà portartela via. E non serve darle un nome, è solo l'isola che non c'è.

giovedì 28 luglio 2011

VOLATA VIA - AMY WINEHOUSE


Amy è' volata via, ora anche le sue ceneri viaggiano libere nel vento. Nessuno potrà più rinchiuderla, giudicarla, compatirla.Se n'è andata via da sola, ma in fondo anche con tanta gente intorno lei era sola,nessuno ha badato veramente a lei, nessuno ha cercato veramente di lenire il suo male di vivere.Ha lasciato tutto e tutti. Forse nel modo sbagliato. Ma esiste poi un modo giusto o sbagliato per andarsene ?Ora tutti a parlare di " artista maledetta ". Ma forse lei non voleva essere maledetta, forse anche lei sognava una vita normale, da star, certo, con tutti i privilegi conquistati con la sua arte, ma normale.Una vita più felice. Forse l'ha trovata ora, nel vento.