venerdì 29 marzo 2013

BUONGIORNO PAPA'

La trama : Andrea , single incallito e spensierato, si ritrova alla porta di casa una figlia adolescente con nonno rockettaro al seguito.

il protagonista di questa deliziosa commedia , leggera ma non troppo, è Andrea, il classico quarantenne con la sindrome da Peter Pan. Bello, conteso dalle donne anche grazie al suo lavoro che ha a che fare con il cinema,un pò superficiale. Divide l'appartamento con un amico d'infanzia un pò sfigato e la madre puntualmente gli fa il bucato e gli recapita manicaretti. Ma un giorno bussa alla sua porta una ragazzina dai capelli bicolori, accompagnata da un rocker attempato. E' Layla, figlia di un suo amore giovanile, quegli amori estivi che durano pochi giorni e si dimenticano al rientro in città.Il test del DNA le dà ragione e Andrea è costretto, suo malgrado ad accoglierla, insieme al nonno, un ex cantante rock che ancora si veste come un tempo, a suo modo un Peter Pan anche lui.La vita di Andrea così è sconvolta e, per la prima volta, si trova di fronte a delle responsabilità a cui non può sfuggire.Nello stesso tempo dovrà imparare a non essere più tanto superficiale nei rapporti con gli altri, a comprenderne i desideri e le aspettative. Dovrà fronteggiare la crisi di mezz'età dei genitori, dovrà anche cominciare a interessarsi di più al suo amico Paolo, a conoscerne i sogni, a non consideralo più come una propria appendice, la propria ombra e a rivalutarne la sensibilità e la bontà d'animo. Lo aiuterà anche l'incontro con la professoressa di scienze motorie di Layla, concreta e decisa.
Certo è difficile essere padri e lo è ancor di più ritrovarsi padre d'un colpo e dover costruire dal nulla un rapporto con una figlia ormai adolescente di cui non si immaginava neppure l'esistenza, imparare a scoprirla a poco a poco, attraverso errori e passi falsi, per darle , col tempo, fiducia e amore.
Un film che, pur divertendo, racconta una crescita interiore e la conquista di una maturità affettiva e relazionale troppo a lungo rimandata.
il regista, edoardo leo, ha scelto per sè il ruolo di paolo, l'amico tenero e un pò imbranato ma, in fondo, molto più maturo del compagno farfallone.

1 commento:

  1. bello questo film!!:) poi raul è proprio bono!!!hahahah

    RispondiElimina