lunedì 31 dicembre 2012

BUON ANNO A TUTTI !

Un augurio per un anno felice e sereno, pieno di dolci sorprese, di sogni sognati e realizzati, di amore a piene mani, di raggi di sole anche dietro le nuvole, di stelle e spiagge e notti davanti al mare, di amicizie vere, di piccole e grandi fortune insperate, di solidarietà e tanta tanta salute ! Di viaggi, partenze e ritorni, di baci e abbracci, di case accoglienti e vacanze meravigliose, di lavoro e di studio, di risate e di giochi e balli scatenati, di canzoni e di musica e balconi fioriti, di neve e allegria , di racconti attorno a un fuoco, di letture appassionanti, di vento profumato e pioggia leggera, di luci sempre accese nel cuore e speranza negli sguardi, di conquiste , aspirazioni, realizzazioni. Un anno da ricordare ! Buon 2013 !

venerdì 28 dicembre 2012

STORIA DI UN ANNO

Era venuto al mondo allo scoccare dell'ultimo rintocco della mezzanotte.Non ricordava niente del posto dov'era prima, ne su come fosse arrivato fin li, ma del resto era un neonato, un bellissimo neonato dagli occhioni azzurri , spalancati per la meraviglia. Intorno a lui tutti festeggiavano, brindavano, lo acclamavano sorridenti, tra le luci dei fuochi d'artificio e le musiche di mille feste danzanti. Era il nuovo anno, trattato come un re, curioso, ingenuo, pieno di vita. Tra le manine paffute si era ritrovato un sacco di tessuto leggerissimo, iridescente, era il sacco dei sogni e dei desideri che gli uomini gli affidavano, con la speranza che li avrebbe fatti realizzare tutti. Cominciò a incamminarsi nella vita, cresceva in fretta ma non se ne rendeva conto.A Primavera era un giovanetto che amava giocare con le nuvole, i fiori, i colori, con i nuovi amori che sbocciavano.Il sacco dei desideri pian piano si afflosciava e, chissà come, era arrivato tra le sue mani un altro sacco, nero, pesante, quello delle delusioni, dei sogni infranti.Ma ancora lui era pieno di energia, di voglia di fare.Il tempo passave inesorabile.Arrivò l'estate ed era già un giovanotto aitante , lo sguardo ancora aperto sul futuro. Ad agosto era diventato un uomo adulto, nel pieno delle forze ma quando arrivò settembre si accorse che si stava avviando verso un rapido declino. D'un tratto cominciò a sentirsi stanco, si sentiva pian piano prosciugare, avvizzire e capì che la fine era vicina, già gli uomini si stavano dimenticando di lui, progettavano di come sbarazzarsene, di come accogliere il prossimo nuovo venuto, che nei loro discorsi sarebbe stato certamente più bello, più felice, più fortunato. A fine novembre aveva già radunato tutte le sue cose, nascite, morti, gioie , dolori, trionfi, disgrazie, sorrisi, lacrime, tutto il corredo di ogni anno, sempre lo stesso, invariabile malgrado le speranze degli uomini. Ormai era un ospite indesiderato, di cui dimenticarsi in fretta. Una breve pausa di gioia gliela portò il Natale, con tutte quelle luci, i doni, quell'aura di bontà e calore che si diffondeva ovunque. Pensò a quanto gli sarebbe piaciuto il Natale quando era anche lui un bambino, che peccato che questa festa arrivasse quando lui stava ormai per morire, il Natale sarebbe dovuto cadere all'inizio dell'anno, non alla fine. Poi i giorni precipitarono, sedeva ormai sull'orlo di un baratro, pronto a dissolversi nel nulla,sospinto con forza dagli uomini che volevano cacciarlo via. Del resto cosa era diventato,un vecchio decrepito, ormai inutile, forse addirittura spaventoso a guardarsi. Ed ecco che all'improvviso si materializzò nella sua mente ormai affaticata un ricordo incredibilmente nitido, che non sapeva di possedere ma che era stato per tutta la sua breve vita come un'ombra , una spina che gli pungeva il cuore senza sapere cosa fosse. Ma ora ricordava : allo scoccare della mezzanotte, nel breve istante dell'ultimo rintocco anno vecchio e anno nuovo, per un attimo infinitesimale s'incontrano, solo il tempo di guardarsi negli occhi, la morte e la vita che per un istante sono la stessa cosa. E lui aveva visto il vecchio anno, vecchio come era lui adesso , intristito, lacero, in fondo alle sue pupille era rimasta l'ombra di quella visione, un monito,che non aveva capito ma che lo aveva fatto rabbrividire ogni tanto. Ora sarebbe toccato a lui spaventare un bambino, quel nuovo anno che sarebbe apparso li tra poco, prendendo il suo posto.Già si sentivano i primi botti, poi cominciarono i conti alla rovescia, alcuni un pò sfasati, tutti con l'urgenza di sospingerlo via nel vuoto, nell'oblio, i rintocchi cadevano inesorabili e ad ogni secondo si sentiva svanire, smaterializzarsi, fra poco i suoi occhi annebbiati, avrebbero incontrato quelli azzurri e splendenti ,com'erano un tempo i suoi, del bambino. L'ultimo rintocco , due figure che s'incrociano , un bambino posò lo sguardo sgranato e ancora inconsapevole sul vecchio rugoso. Ed il vecchio sorrise.

martedì 25 dicembre 2012

BUON NATALE !

Buon Natale a tutto il mondo !

Che sia un giorno di pace e serenità per tutti ! Sarebbe bello che fosse Natale tutto l'anno perchè questo giorno diffonde su tutti la sua aura di magia e bontà, ma accontentiamoci di questo unico giorno speciale e, tra feste, regali e cenoni, riflettiamo anche sul suo significato e sulla storia di quel bambino venuto al mondo, umile tra gli umili, per salverci e dare un significato alla nostra vita . Auguri !

sabato 22 dicembre 2012

LO HOBBIT - UN VIAGGIO INASPETTATO

La trama : Il pacifico hobbit Bilbo Baggins viene arruolato da Gandalf per aiutare i nani a riconquistare la loro Patria perduta Erebor.
Ricomincia l'avventura nelle Terra di mezzo, con una sorta di prequel della trilogia del Signore degli Anelli.
E Peter Jackson fa iniziare il film proprio con Bilbo, che il giorno del suo compleanno, (che è poi il giorno in cui cominceranno le avventure del nipote Frodo),completa il resoconto delle sue avventure, cominciate sessant'anni prima con l'arrivo di Gandalf il Grigio, uno stregone benefico famoso soprattutto per i suoi fuochi d'artificio. Gandalf, all'insaputa di Bilbo, ha indicato la casa dello hobbit come punto d'incontro di un gruppetto di nani, capitanati da Thorin Scudodiquercia. I nani hanno in programma una spedizione per riappropiarsi della loro antica patria, la montagna solitaria Erebor, dalla quale i nani furono cacciati prima da un drago terribile e poi da dagli orchi, guidati da un sanguinario orco pallido. Thorin, discendente della famiglia reale vuole riconquistare la montagna ricolma, all'interno, di immensi tesori.
Il pigro e accomodante Bilbo si accoderà alla compagnia e comincerà per lui un'avventura tra le terre degli elfi, dei troll, tra pericoli di ogni sorta, scoprendo di avere coraggio e intraprendenza e, soprattutto, lo porterà a trovare l'anello fatale che dopo anni diventerà un pesantissimo fardello per il nipote Frodo.
Oltre a riportarci nell'incanto di quelle Terre immaginarie e pure così reali, il film spiega anche qualche antefatto che non conoscevamo, come l'antipatia dei nani per gli elfi, colpevoli di non aver aiutato il popolo dei nani nelle sanguinose battaglie contro il drago Smaug e contro gli orchi.
I personaggi di quest'avventura forse non sono così epici come quelli della prima trilogia, ma sono coraggiosi e anche simpatici e impareremo a conoscerli, visto che anche Lo Hobbit è stato diviso in tre parti che potremo vedere nel 2013 e nel 2014 ( e nel frattempo dovremo resistere alla tentazione di leggere il libro per sapere come finisce la storia ).

mercoledì 19 dicembre 2012

COLPI DI FULMINE

La trama :Due episodi divertenti per raccontare veri e propri colpi di fulmine tra persone molto diverse tra loro.
il cinepanettone si evolve, ritornando al passato, e si trasforma in commedia leggera e gradevole. Abbandonate le volgarità, sfoltito il cast dal solito stuolo di comici, Neri Parenti quest'anno confeziona due mini-movie che hanno come filo conduttore l'amore a prima vista.
Nel primo episodio lo psichiatra Alberto Belli, interpretato da Christian De Sica, per sfuggire ad ingiuste accuse di frode fiscale, si traveste da prete e si ritrova a fare le veci di un vero parroco in un paesino del Trentino. Pur essendo a digiuno di riti religiosi, riesce lo stesso a far breccia nel cuore dei fedeli sfruttando la sua esperienza di psichiatra. Ma s'innamora di un Maresciallo dei Carabinieri, Angela ( Luisa Ranieri ) e deve cercare di impedire il suo matrimonio col sindaco fedifrago in attesa di essere scagionato.
Nel secondo episodio, con protagonisti Lillo e Greg e Anna Foglietta, il compassato ambasciatore presso la Santa sede, Ermete, s'innamora perdutamente della pescivendola Adele ma non può avvicinarsi a lei così com'è perche la ragazza adora gli uomini duri e coatti. Lo aiuterà a trasformarsi il suo autista Nando, fino a quando, però verrà scoperto e dovrà riconquistare Adele.
Le gag comiche ci sono sempre, ovviamente, ma non sono mai sguaiate e convivono con le storie d'amore che trionferanno a dispetto degli equivoci e dei travestimenti.
Finalmente un divertimento " popolare " nel senso buono del termine coniugato a un pò di romanticismo scacciapensieri, una comicità che non ha bisogno delle parolacce ma che si esprime con situazioni buffe e fraintendimenti, un film per famiglie che non si deve aver timore di mostrare ai bambini.

domenica 16 dicembre 2012

DI NUOVO IN GIOCO

La trama :Gus Lobel, uno scout per le squadre di baseball, sta perdendo la vista ma non il suo fiuto per scoprire campioni.Nel suo ultimo incarico lo aiuterà sua figlia Mickey e i due avranno l'occasione per ricucire il loro rapporto e chiarire tante incomprensioni.
Clint Eastwood ritorna di nuovo in gioco, come il protagonista del film e lo fa con un personaggio rude, burbero ma dal cuore tenero, come in Gran Torino.
Gus è uno scout, un cacciatore di talenti per la major League di Baseball. Nella sua lunga carriera ha scoperto e portato al successo decine di giovani scovati nelle squadre minori o nei campionati scolastici. Il suo metodo è tutto l'opposto di quello descritto in un altro recente film sul baseball, Moneyball, dove Brad Pitt costriuva la sua squadra guardando le statistiche al computer. Gus preferisce l'appoccio diretto, segue i ragazzi in tutte le partite per scoprirne pregi e difetti e, addirittura, riesce a sentire dal suono della palla, la capacità del giocatore di effettuare determinti tiri. E poi li segue anche nella carriera, parla con loro, è attento ai loro bisogni,li cura come figli, quello che non ha saputo fare con la sua unica figlia, Mickey, ora avvocato di successo, cresciuta in collegio dopo la morte della madre. Gus però ora sta per perdere la vista, i proprietari della squadra per cui lavora, l'Atlanta Braves , lo considerano vecchio e superato e questo viaggio nel Nord Carolina potrebbe essere la sua ultima missione.Fortunatamente tra i dirigenti ha ancora un amico che avverte Mickey. La ragazza sta per essere nominata socia dello studio di avvocati per cui lavora, quindi non potrebbe essere momento peggiore per prendersi una vacanza, eppure si precipita dal padre per aiutarlo, ed essere " i suoi occhi ". Padre e figlia avranno l'occasione per aprirsi, e riconciliarsi. Gus non voleva abbandonare la figlia, voleva farla crescere in un ambiente protetto e più adeguato ad una ragazzina ma Mickey si è sempre sentita rifiutata e , per far felice il padre si era buttata nello studio e nel lavoro, costruendo intorno a se una corazza di inaccessibilità, per non essere ferita ancora. Ma ora man mano questa corazza si sgretolerà, grazie alla nuova confidenza col padre e anche grazie all'incontro con Jhonny Flanagan un ex giocatore, scoperto proprio da Gus, che ha dovuto interrompere una bella carriera a causa di malanni mal curati e che ora sogna di fare il commentatore di baseball.
E' una storia sul baseball, lo sport più amanto dagli americani, inteso anche come metafora della vita, il trionfo dell'istinto sulle fredde statistiche ,un film sulla passione sportiva più pura ma anche un film sui sentimenti, sulle incomprensioni familiari che possono creare traumi e scavare abissi tra le persone , sulla necessità di comunicare, di esprimere il proprio affetto e riconciliarsi, prima che sia troppo tardi.

mercoledì 12 dicembre 2012

LE 5 LEGGENDE

La trama : L'uomo nero minaccia il mondo con le sue paure e i Guardiani devono intervenire per aiutare bambini e adulti.
Un meraviglioso film natalizio che nasconde un profondo messaggio educativo per grandi e piccini.
Quando l'Uomo nero, Pitch, vuole colonizzare il mondo con i suoi incubi, l'uomo della Luna, una misteriosa entità benevola, convoca i suoi Guardiani, personaggi leggendari amati da tutti, Babbo Natale, La fata dei dentini, Sandman, il Coniglio di Pasqua e insieme a loro Jack Frost, un adolescente dispettoso che si diverte a creare il caos con palle di neve e scie di ghiaccio, ancora misconosciuto tanto da risultare invisibile agli umani. Il gruppetto di " supereroi " dovrà unire le forze per evitare che l'oscurità prenda il sopravvento,spegnendo ad una ad una le luci create dall'ingenuità e dalla meraviglia dei bambini. Ma Jack per aiutare il mondo deve prima ritrovare se stesso,ricordare il suo passato, trovare il suo centro, la vera essenza del suo essere.La sua storia è la parte più commovente del film ma non manca certo il divertimento tra le sbruffonate del Coniglio Pasquale e la dolcezza della Fata dei dentini e delle sue assistenti. Anche se si tratta di personaggi appartenenti quasi tutti al mondo delle leggende anglosassoni riescono a conquistare tutti i bambini ,trascinandoli in una dimensione di magia e stupore. Ed è questo il messaggio della storia, non dobbiamo mai smettere di meravigliarci, di guardare il mondo con gli occhi di un bambino se non vogliamo che la realtà perda i suoi colori e si tinga di buio. Senza un pizzico di magia, senza speranza e fantasia la vita è oscura e triste. Del resto anche nella storia di Peter Pan si legge che , ogni volta che un bambino dice " io non credo nelle fate" da qualche parte nel mondo una fatina muore.Dobbiamo continuare a credere e insegnarlo ai bambini senza cedere alla tendenza attuale che vuole disillidere subito i bambini, anche i più piccoli, sulle leggende e tradizioni dell'infanzia.

domenica 9 dicembre 2012

PASTA CON ZUCCHINE E PHILADELPHIA AL SALMONE

Ho voluto provare un'altra delle ricette proposte da Philadelphia, apportandovi qualche modifica e , anche stavolta, ho constatato che hanno avuto davvero una bella idea, facilissima e gustosa.
Ingredienti :
zucchine
burro
prosciutto cotto
Philadelphia al salmone
la pasta che preferite.
Tagliate le zucchine a julienne o a rondelle e lasciatele dorare nel burro insieme al prosciutto cotto tagliato a dadini da una fetta piuttosto spessa ( in alternativa ci sono anche i cubetti di cotto già pronti ).Aggiungete poi qualche cucchiaio d'acqua, un pizzico di sale e lasciatevi sciogliere i pezzetti di Philadelphia, regolandovi su come volete sia la salsina, se più densa o meno. Aggiungete la pasta al dente e fate saltare, aggiungendo, se vi piace un pò di pepe. E buon appetito 1

mercoledì 5 dicembre 2012

VIPERA - MAURIZIO DE GIOVANNI

La trama : Il Commissario Ricciardi è chiamato ad indagare sull'omicidio di una bellissima prostituta, Vipera, perpretato in uno dei bordelli più famosi della città,ma contemporaneamente, dovrà anche preoccuparsi dell'incolumità del dottor Modo e cercare di districarsi tra le emozioni che, per la prima volta, attanagliano il suo cuore.
Napoli,anno 1932. Si avvicina la Pasqua e con essa la Primavera, con i suoi profumi, con i suoi umori, che risveglia i cuori e fa scorrere più veloce il sangue nelle vene. La città è in fermento, le strade si riempiono di suoni e colori, le massaie si impegano anima e corpo nelle pulizie di primavera e, soprattutto, nella preparazione delle pietanze per il pranzo pasquale che, come quello natalizio, ha i suoi riti da rispettare religiosamente.Ma la morte non conosce periodi di tregua e viene a portarsi via Vipera, la prostituta più famosa del Paradiso, una casa di tolleranza di via Chiaia, molto ben frequentata.
Per il commissario Ricciardi le uniche due molle che spingono gli uomini a compiere delitti sono la fame, intesa non solo in senso letterale ma anche come brama di potere, avidità , smania di accumulare ricchezze , e l'amore che può avere mille sfaccettature negative come gelosia, senso di possesso, attaccamento morboso.
E Vipera calamitava su di se un groviglio di sentimenti positivi e negativi, amore, passione ma anche invidia e gelosia.I principali indiziati sono due, un antico innamorato che per caso ha ritrovato la ragazza e vuole sposarla nonostante tutto e uno stimato commerciante di articoli sacri a cui non importa di gettare alle ortiche la propria reputazione pur di poter godere della compagnia della giovane.Tra indagini e interrogatori però Ricciardi dovrà anche cercare di interpretare la voce del proprio cuore, che lo spinge ad aprirsi all'amore, nonostante l'atroce Dono che lo caratterizza da sempre, la capacità di vedere i morti e ascoltare le loro ultime parole, una particolarità che lo costringe costantemente a vivere tra i fantasmi e che lo ha votato a una desolata solitudine.Anche il tenebroso Ricciardi sogna una famiglia, solidi affetti, una rassicurante normalità e la dolce Enrica potrebbe assicurargli tutto questo se solo lui potesse aprirle un pò il suo cuore.Ma c'è anche Livia, seducente, sicura di se, eppure così disarmata di fronte a quell'uomo imperscutabile, Livia che una notte ha rappresentato per lui un'ancora di salvezza, un attimo di passione che nessuno dei due ha dimenticato, Livia che Ricciardi ferisce gratuitamente forse per allontanarla da se, Livia a cui dovrà ricorrere ingoiando orgoglio e senso di vergogna per salvare il dottor Modo che con i suoi modi schietti e la sua dichiarata antipatia per il regime stavolta rischia davvero grosso.
I romanzi di de Giovanni con Ricciardi protagonista hanno il magico potere di spalancare una porta segreta sul passato, si è catapultati dritti in un'altra epoca,forse più semplice ma non meno violenta di quella attuale.E insieme a Ricciardi possiamo percorrere le strade di oggi viste nell'atmosfera di ieri,riconosciamo edifici ed esercizi commerciali che esistono ancora adesso e, al contrario di oggi, possiamo riconoscere nel vento il profumo del mare e quello dei boschi,al posto del traffico ci assalgono le voci e i rumori di una città sempre in movimento, sempre in bilico tra luci ed ombre, oggi come ieri.E, magari,dopo, nella realtà, ci capita di gettare un'occhiata fuggente, di sbieco in qualche angolo , sotto qualche portone dove sappiamo che un tempo Riciardi vedeva i suoi angoscianti fantasmi.
E dopo la Pasqua, che forse ha portato un attimo di tregua a Ricciardi, scombussolando e rattristando però altre vite, quale altra festività aspetta il nostro amato commissario ?

lunedì 3 dicembre 2012

DICEMBRE - GUIDO GOZZANO

Dalle profondità dei cieli tetri
scende la bella neve sonnolenta,
tutte le case ammanta come spettri
di su, di giù, di qua, di la, s'avventa
scende, risale impetuosa, lenta,
alle finestre tamburella i vetri...
Turbina densa in fiocchi di bambagia,
imbianca i tetti ed i selciati lordi,
piomba sui rami curvi, in blocchi sordi...
Nel caminetto crepita la bragia...

GUIDO GOZZANO


giovedì 29 novembre 2012

SKYFALL

La trama : Bond, creduto morto, ha colto l'occasione per ritirarsi dal servizio. Ma ritornerà quando M e tutta la MI6 saranno in pericolo .

Uno dei film più belli e intensi della saga di 007, dove la storia dell'agente segreto più famoso al mondo si evolve, assume nuove sfumature e poi, come per chiudere un cerchio , ritorna alle origini, pronto a nuove avventure.
Scopriamo un Bond malinconico, stanco, non più tanto in forma, pronto a lasciarsi alle spalle una vita di pericoli e avventure ma che , in nome del suo innato patriottismo e della sua fedeltà a M, ritorna dall'ombra per mettersi di nuovo al servizio della MI6 . L'intera sezione di spionaggio rischia di essere distrutta, centinaia di agenti sono in pericolo perchè la lista segreta con i loro nomi e coperture è stata rubata e sta per essere resa pubblica. Bisogna fermare al più presto il capo di questa operazione, Silva, un ex agente quasi alter ego oscuro di Bond.
Come lui era al servizio di M e della Patria, pronto a sacrificarsi per proteggere segreti vitali del Paese. Ma dopo mesi di torture era stato abbandonato da M e lasciato nelle mani dei suoi aguzzini, in cambio della vita di altri agenti segreti. Segnato nel fisico e nella mente ora cerca vendetta contro quella che, al pari di Bond, considerava una madre e che invece si era dimostrata una spietata matrigna , senza quei sentimenti che lui gli attribuiva.
La caccia si dipana tra inseguimenti, morti, sparatorie, treni lanciati a tutta velocità fino a quando Bond dovrà fare i conti con il suo passato, tornare alla sua vecchia casa dove ha visto morire i suoi genitori quando era solo un bambino spaventato. Con lui ora c'è M, in attesa dell'altro " sopravvissuto " ad un 'era di spionaggio e controspionaggio forse ormai tramontata per sempre.
Nel film , come omaggio alla saga che compie 50 anni, si strizza un occhio al passato, rievocando i titoli dei film precedenti e ritorna persino l'antica Aston Martin argentata del primo 007.
Un ritorno al passato e ai suoi fantasmi per poter andare avanti con lo stile di sempre e senza troppe nostalgie e rimpianti.

domenica 25 novembre 2012

CUORE DI MAMMA

Davanti a una scuola superiore, un capannello di ragazze , al centro una cagna nera dall'aria fiera e regale e il suo cucciolo, un batuffolo tutto nero , spaventato e tremante. Di solito le madri nel mondo animale sono iperprotettive con i loro piccoli, non lasciano avvicinare nessuno. Invece lei era venuta qua, a chiedere aiuto per il suo cucciolo e rimaneva immobile mentre le ragazze se lo passavano tra carezze e abbracci . Solo ragazze, i maschi se ne stavano a gruppetti più in là, a guardare e commentare la scena. Una delle studentesse si sfila il giubbotto e vi avvolge il cucciolo, poi si attacca al telefonino, starà telefonando a casa per strappare il permesso di tenersi il cagnolino, il suo viso è bagnato di lacrime, forse ha perso di recente il suo cane o un altro animale a lei caro. Le altre ragazze aspettano trepidanti, anche la madre aspetta. Poi un sorriso, fa di si con la testa, le compagne danno gridolini di gioia, fanno saltelli, si abbracciano. E' il momento dell'addio, la ragazza si china ad accarezzare la madre desolata, e la cagna si lascia toccare, sempre ferma, attenta a non fare nemmeno un movimento che possa spaventare le ragazze. Non ha emesso suono, solo il cucciolo guaisce, sconcertato. La ragazza va via., col suo prezioso fardello stretto tra le braccia, si volta a guardare la cagna, le ha parlato, le ha promessa che si prenderà cura per sempre del suo piccolino. La madre ha capito. Anche quando la neo-mamma si allontana e il capannello si scioglie lei rimane li, ferma, a guardare, a vedere il suo cucciolo che viene portato via, verso un futuro migliore che lei non poteva assicurargli. Per salvarlo ha dovuto lasciarlo andar via, lontano da lei che ha solo la strada come casa, per salvarlo ha dovuto strapparsi un pezzo di cuore. Forse era l'unico rimastole, forse gli altri erano morti di stenti o uccisi da qualche essere spregevole. Si è fidata, anche se altri esseri umani l'hanno maltrattata e abbandonata, si è fidata , non aveva scelta, ha valutato bene il luogo, ha intuito che davanti a una scuola, tra ragazzi ridenti e chiassosi qualcuno l'avrebbe aiutata. E' rimasta li a lungo, fissando la direzione verso cui era andata via la ragazza con il cucciolo, finchè non è rimasta sola, immagine pietrificata di madre dolente.

giovedì 22 novembre 2012

SARO' LA TUA OMBRA - JEFFERY DEAVER

La trama : una famosa cantante country Kayleigh Towne, è minacciata da uno stalker che , seguendo il testo di una delle sue canzoni più popolari, organizza omicidi e attentati. Ma nulla è come sembra e il pericolo può essere nascosto nell'ombra.
Il maestro del thriller Jeffery Deaver fa di nuovo incontrare i suoi personaggi più amati, Kathrin Dance e Lincoln Rhyme per dipanare la matassa di questo caso intricato.
In realtà Rhyme ha piuttosto un ruolo da guest star in questo romanzo, contribuendo con le sue analisi sui reperti raccolti sulle scene dei delitti a dare precise indicazioni per la risoluzione del caso. La vera protagonista è Kathryn Dance, esperta di cinesica e , nel tempo libero, ricercatrice dei suoni e delle canzoni più autentiche dell'America rurale, che pubblica sul suo sito.Proprio durante uno di questi suoi tour musicali la Dance si trova invischiata in questo caso spinoso. Kayleight Towne, una giovane stella del country, amica di Kathryn, è perseguitata da uno stalker che, alla vigilia di un concerto nella sua città natale, le fa ascoltare strofe della sua canzone Your Shadow che contengono precisi riferimenti a luoghi e situazioni. E cominciano gli omicidi e gli attentati.Il primo a cadere è Bobby, che da tempo fa parte dello staff di Kayleight ed è stato il suo primo amore. Eppure il principale indiziato Edwwin Sharp sembra essere solo un fan con manie di persecuzione e non uno spietato assassino. Qualcosa non quadra e Kathrin deve darsi da fare, dapprima osteggiata, poi accolta come una della squadra, dalla polizia locale. Bisognerà indagare tra i fan della cantante, tra il suo entourage, tra false e vere piste, perchè sembra che l'assassino non sia solo o forse sta usando Sharp come copertura. Arriverà Rhyme, che doveva passare qualche giorno di vacanza ospite della Dance, che risolverà alcuni enigmi relativi alle tracce lasciate dal o dagli assassini, facendo " parlare " i reperti , anche i più insignificanti. E nel frattempo, tra indagini e interrogatori, Kathrin dovrà risolvere anche un suo dilemma amoroso, presa tra due amori e confusa sulla scelta più giusta per sè e i suoi bambini.
Un bel thriller, con tanti colpi di scena, antichi segreti svelati, enigmi da risolvere per evitare altri delitti.Forse ci si auspicava una partecipazione maggiore di Rhyme all'azione investigativa e certamente i lettori più affezionati di Deaver sperano in un prossimo romanzo tutto incentrato su di lui e sulla sua affascinante collaboratrice e compagna Amelia Sachs.

lunedì 19 novembre 2012

ARGO

La trama : nel 1979 l'ambasciata americana in Iran fu assaltata dai rivoluzionari ma sei impiegati riuscirono a fuggire e a rifugiarsi a casa dell'ambasciatore canadese. La missione di Tony Mendez è di riportarli in America.
Ben Affleck, regista e interprete del film, si ispira a una storia vera, la rocambolesca e pericolosa fuga dalll'Iran in rivolta dopo la fuga dello Scià di sei cittadini americani, sfuggiti all'assalto dell'ambasciata americana.Ci voleva un'idea geniale, un piano ben congegnato per poter ingannare i rivoltosi e riuscire a portar via quel gruppetto e sotto la luce del sole, perchè tentare la fuga di nascosto era troppo pericoloso e avrebbe messo in pericolo anche la vita degli ostaggi nell'ambasciata.
E per inscenare una finzione, quale finzione migliore di un film , che ha proprio il compito di rendere reale l'impossibile ? Tony Mendez, esperto " recuperatore " di cittadini in difficoltà s'inventa un film di fantascienza, Argo, da girare in Iran.
Tutto viene preparato in fretta ma accuratamente, viene realmente acquistata una sceneggiatura, viene avvisata la stampa, si preparano bozzetti e Tony si reca in Iran da solo, per ritornare, si spera, con la sua troupe.
Il film rievoca perfettamente l'atmosfera dell'epoca, con dettagli curatissimi, dall'abbigliamento al modo di comportarsi. E la tensione c'è sempre, si viaggia sul filo del rasoio, tra sospetti, ritardi, spie e anche la paura di alcuni degli uomini che dovrebbero essere salvati e che tentennano, spaventati dall'audacia del piano. E spetta a Tony, vero patriota e uomo dai modi calmi ma determinati, rassicuralrli.
Veramente una bella storia che intreccia toni documentaristici all'azione e al thriller e qualche sprazzo di commedia quando ci si inoltra nel mondo del cinema hollywoodiano.

sabato 17 novembre 2012

BREAKING DAWN - PARTE 2

La trama : Bella ormai è un vampiro e ha una figlia, Renesmee , che cresce a vista d'occhio, metà umana e metà vampiro.La sua presenza nella famiglia Cullen attira l'attenzione dei Volturi, che la credono una bambina immortale e giungono in massa per sterminare tutto il pacifico clan. Occorrono rinforzi e testimoni per proteggere la bambina e la sua famiglia.
La saga di Twilight è giunta al termine anche sul grande schermo e ci regala le ultime emozioni.
Bella è stata trasformata in vampiro da Edward ma, a differenza degli altri membri del clan Cullen, non ha nessuna nostalgia per il suo passato di umana. Finalmente si sente se stessa, la goffa ragazzina si è trasformata in una donna affascinante e micidiale, che riesce però a trattenere i suoi istinti come se avesse avuto secoli di addestramento. Ma le preoccupazioni non mancano, la deliziosa figlioletta Renesmee, concepita quando era ancora umana, in pochi giorni è passata da neonata a ragazzina e continua a crescere. Non si era mai visto un fenomeno così e i genitori temono che completerà il suo arco di vita in pochi mesi.Inoltre è difficile per Bella mostrare questo suo nuovo aspetto al padre ma ci penserà Jacob , che ha avuto l'impriting con Renesmee ed è ormai legato a lei per tutta la vita, a spiegare in qualche modo la situazione a Charly , convincendolo che l'importante è che sua figlia stia bene e sia felice.
Una minaccia incombe però su tutta la famiglia, i Volturi stanno arrivando, credono che Renesmee sia una bambina-vampiro, un essere incantevole ma incontrollabile che può mettere in pericolo tutta la specie. Per i Volturi è anche l'occasione per eliminare un gruppo compatto e solidale e arruolare a forza i membri dotati di preziosi poteri, come Alice ed Edward.
Occorrono testimoni per cercare di convincere che Renesmee non è un vero e proprio vampiro e gli amici dei Cullen accorrono da ogni parte del mondo, molti dotati anch'essi di straordinari poteri. E' un insieme di vampiri molto pittoreschi che si prepara ad affontare, senza troppe speranze, i Volturi, mentre Bella si preoccupa di mettere in salvo la bambina affidandola a Jacob.Anche Bella scopre di avere un dono soprannaturale, è capace di creare uno scudo difensivo in grado di proteggere chi le sta vicino.
Il giorno del grande scontro arriva presto e qui i lettori della saga avranno una sorpresa che non voglio anticipare.
Un film che mantiene le sue promesse, e ci fa salutare i nostri eroi che hanno accompagnato per tanto tempo i sogni di milioni di adolescenti ( e non solo loro ).
Essendo i protagonisti immortali potrebbero esserci in futuro nuovi sviluppi della saga ma per ora dobbiamo lasciare a Bella ed Edward il loro eterno presente di felicità , circondati da una famiglia calorosa e protettiva anche se non umana.

lunedì 12 novembre 2012

IL CORPO UMANO - PAOLO GIORDANO

La trama :Un plotone di giovani militari in Afghanistan, la vita nella Fob, la noia della routine, la paura di attentati, la propria guerra interiore, la tragedia che segna il punto di non ritorno tra giovinezza ed età adulta.
Un romanzo corale, al contrario del precedente La solitudine dei numeri primi, ma con personaggi anch'essi tormentati, che portano le loro inquietudini e il loro malessere anche in zona di guerra, come un fardello che non puoi scrollarti facilmente dalle spalle.
In Afghanistan si convive tra la paura e la noia, tra le scomodità della Fob in mezzo al deserto e la bellezza strana del paesaggio .Ad attendere il nuovo plotone c'è il tenente Egitto, ufficiale medico. Lui più di tutti vuole sfuggire alla sua vita fuori dall'esercito, paradossalmente si sente al sicuro qui, in mezzo ai pericoli, e tiene a bada emozioni e sentimenti a forza di psicofarmaci. Il maresciallo Renè, che per arrotondare lo stipendio fa il gigolò, fugge da una rivelazione che può sconvolgergli la vita, una delle sue " clienti " è incinta e ha lasciato a lui la decisione se tenere o no il bambino. Il caporalmaggiore Ietri fugge da una madre vedova troppo amorosamente ossessiva, che lo mette in imbarazzo con le sue premure e che, forse, gli ha impedito di crescere.
Quando arriverà la tragedia, il processo di passaggio dalla giovinezza alla maturità subirà una dolorosa accelerazione e i superstiti torneranno in Italia cambiati ma forse ancora in guerra con se stessi.
E nel frattempo il corpo umano, menzionato nel titolo, continua a funzionare, a dolere, a reclamare piacere, a svolgere le sue attività finchè c'è un alito di vita.
La guerra, la solitudine e i pericoli della Fob, sono lo sfondo e il pretesto per narrare ancora delle guerre interiori, dei contrasti familiari, dell'incertezza nell'affrontare la vita che abbiamo tutti noi.Pochi accenni di spensieratezza e molta malinconia, leggere e penetrante come la polvere del deserto che penetra dappertutto, anche dentro al corpo e a tutto si attacca tenacemente.
Per Giordano la guerra esteriore, che spazza e distrugge vite è letale quanto quella quella interiore, che corrode l'anima . Forse, per tutte e due, c'è la speranza che un giorno cessino, portando , finalmente, la pace.

sabato 10 novembre 2012

FOGLIE GIALLE - TRILUSSA

Ma dove ve ne andate
povere foglie gialle
come tante farfalle spensierate ?
Venite da lontano o da vicino,
da un bosco o da un giardino,
e non sentite la malinconia
del vento stesso che vi porta via .

TRILUSSA

giovedì 8 novembre 2012

LE BELVE

La trama :Tre amici che coltivano e vendono marijuana sono costretti a scontrarsi con il cartello messicano della droga, guidato da una vedova senza scrupoli. La lotta sarà durissima e senza esclusione di colpi.

Il titolo originale del film è Sauvages, selvaggi. E come selvaggi, nel senso di senza regole , vivono i tre protagonisti, diversissimi tra loro eppure uniti come fratelli e anche di più : Chon, reduce dall'Afghanistan, non ha difficoltà a sporcarsi le mani per i loro traffici, Ben, pacifista, laureato in botanica, si occupa di missioni umanitarie con i soldi ricavati dalla vendita della loro erba, la migliore sulla piazza, Ophelia, "O" è dedita alla droga fin da bambina e sarebbe finita su una cattiva strada se non avesse trovato l'amore dei suoi due compagni. Lei li ama tutti e due e tra loro tre non ci sono gelosie, sono una strana famiglia che vive in un mondo a parte, felice. Ma il loro piccolo commercio fa gola ai narcotrafficanti messicani che cercano di arruolare a forza il terzetto e rapiscono O per convincere i due ragazzi a collaborare. Non hanno fatto i conti con la lealtà, l'affetto, la complicità che lega Ben e Chon alla fragile compagna. Si scateneranno in tutti i modi per salvarla dalle grinfie di Elena, il capo del cartello messicano e del viscido Lado, il suo scagnozzo più fidato. E poichè anche Elena ha un suo punto debole, la figlia, le rendono pan per focaccia, rapendola e proponendo uno scambio con la loro amica.Dal momento del rapimento di O fino a quello dello scambio degli ostaggi è tutto un susseguirsi di azioni rischiose, stratagemmi, incursioni informatiche, operate dai protagonisti per cercare di liberare Ophelia, in un crescendo di violenza che coinvolgerà, suo malgrado, anche Ben.Al centro dell'intrigo c'è anche Dennis, agente antidroga che fa, pericolosamente, il doppio o triplo gioco. E la sorpresa conclusiva sono due finali, entrambi plausibili e in tema con tutti i personaggi del film. La pellicola di Oliver Stone è tratta dal romanzo omonimo di Don Winslow ,che ha collaborato alla sceneggiatura. E' un film duro, che prende il via con immagini di una California quasi hippy e si trasforma pian piano quasi in un pulp alla Tarantino, con un bel cast in cui spicca Benicio del Toro che dà vita a Lado, un personaggio realisticamente repellente.

lunedì 5 novembre 2012

90 GIORNI DI TENTAZIONE

La trama : Genevieve è una pubblicitaria in carriera e per accaparrarsi un nuovo e importante cliente, James Sinclair, non esita ad accettare uno strano e intrigante patto : essere a sua disposizione per 90 giorni.Tre mesi che la porteranno ad esplorare i lati più nascosti della sua sessualità.

Sembrerebbe un romanzo scritto sulla scia del successo delle 50 sfumature ma , in realtà, è molto antecedente, anche se il succo della trama è lo stesso, due protagonisti attraenti e disinibiti che si cimentano in sesso più o meno proibito.
Genevieve però non è come Ana una studentessa inesperta. E' una donna in carriera, una pubblicitaria che non ci pensa due volte ad accettare la proposta de Sinclair, in fondo è un uomo molto attraente e questa relazione , puramente professionale, potrebbe anche rivelarsi piacevole. Ma James Sinclair ha gusti particolari, anche se diversi dal Christian di 50 sfumature di grigio. Non è nè geloso nè possessivo, anzi gode ad esibire la sua compagna, sempre , naturalmente, resa irriconoscibile con maschere e travestimenti fetish. Così la induce ad avere un amplesso davanti agli occhi di uno sceicco desideroso di vedere una donna che gode senza fingere, le procura, a sua insaputa, un incontro con una professionista per farle conoscere l'amore saffico, le impone di esibirsi nello spogliarello davanti a un pubblico selezionato ( e lei corre subito a prendere lezioni per non sfigurare ), la induce perfino a mettersi all'asta durante una serata di beneficenza. Inutile dire che Genevieve, dapprima sconcertata, poi comincia ad apprezzare il tutto, anche perchè si sente protetta dall'anonimato e quindi quasi una persona diversa da se stessa. E, naturalmente, anche se non vuole ammetterlo, si sta innamorando del suo " padrone ", tanto che non gli importerebbe neppure se, alla fine, lui non rispettasse il contratto. Anche qui c'è un terzo incomodo, una donna affascinante come Genevieve e che lavora anche lei nella pubblicità, che vorrebbe rubarle amante e cliente.
C'è ancora meno trama rispetto alle 50 sfumature, non ci sono implicazioni pseudo-psicologiche, è un romanzo che si apprezza per quelllo che è, una fonte di ispirazione per donne e coppie in cerca di " dritte " per dare un pò di pepe a un rapporto. Curiosa è l'idea, in questo filone di romanzi, che una donna per sentirsi veramente se stessa e liberare il potenziale che è in lei, debba passare per questo tipo di esperienze, guidate dalla mano esperta di un amante-padrone. Ma è davvero quello che vogliono le donne ? Vogliono essere apprezzate per le loro performance sessuali e non per la loro intelligenza e le loro capacità organizzative e lavorative ? Perfino Genevieve, una donna libera e indipendente, apprezzata nel suo lavoro, sembra sottostare a questa nuova legge. Che non è scritta da autori maschi, ma da donne. La nuova via dell'emancipazione femminile passerà delle camere da letto con accessori sadomaso ? Ai prossimi romanzi l'ardua sentenza.

venerdì 2 novembre 2012

THE WEDDING PARTY

La trama : Una movimentata e sfrenata notte di addio al nubilato per tre amiche con al seguito un abito da sposa da riparare.
Regan ,una wedding planer , riceve l'incarico di organizzare il matrimonio di una sua vecchia amica. Quello che la sconvolge però è che questa sua ex compagna di liceo, soprannominata già a quei tempi " Faccia di maiale ", sarà la prima a sposarsi del loro gruppetto di amiche, e per di più con un bravo e bel ragazzo. Regan e altre due amiche, Gena e Katie, dovranno farle anche da damigelle e preparare una festa di addio al nubilato , spogliarellista compreso.
Regan, Gena e Katie non sono ragazze qualunque, sono sboccate, indugiano spesso ad alcool e droga, si sentono moderne e libere ma , in realtà, aspirerebbero anche loro al matrimonio e sono rose dall'invidia che la loro amica, grassa e imbranata ci sia riuscita così facilmente.Tra i fumi dell'alcool finiscono per strappare l'abito da sposa, prezioso perchè fatto su misura e non rimpiazzabile a poche ore dal matrimonio. Comincia così una comica odissea per tentare di far riparare il vestito che, nel corso della nottata, finirà per ridursi a un vero straccio.Il tutto condito con incontri di sesso , erba, altri superalcolici, fino a sfiorare la tragedia. Tutti questi comportamenti disinibiti non riescono a nascondere la malinconia e il desiderio di una vita più normale e meno vuota affettivamente. Se la futura sposa ha dovuto sempre lottare contro la discriminazione e le prese in giro per il suo aspetto fisico, anche le tre amiche hanno ricordi dolorosi alle spalle che hanno cercato di seppellire sotto una coltre di cinismo e sfrenatezza.Alla fine tutto finirà più o meno liscio, la complicità tra tutte e quattro le amiche non verrà meno e Regan, Katie e Gena si ritufferanno nelle loro sregolatezze per mandar giù questo groppo in gola che le ha assalite. E forse ci sarà anche un lieto fine per qualcuna di loro.

,

martedì 30 ottobre 2012

UN ATTIMO,UN MATTINO

La trama : Su un treno di pendolari per Londra un uomo muore all'improvviso per un attacco cardiaco. Questo avvenimento cambierà la vita delle tre protagoniste e anche di tante altre persone.
Un giorno come tanti, un treno pieno di persone un pò assonnate che forse si conoscono solo di vista, ognuna persa nei suoi pensieri, nella programmazione della giornata. Karen, Anna e Lou sono su quel treno, le prime due sono come sorelle, anche se quel giorno non si trovano nello stesso vagone, la terza lo diventeraà per una strana combinazione di casi fortuiti. Ognuna con le sue segrete fragilità, ben nascoste agli occhi degli altri. Karen è una moglie felice, quel mattino si sta recando con il marito, Simon, a concludere l'acquisto di un nuovo appartamento, con un grande giardino.Ma fuggevolmente dentro di sè sente che è forse la sua vita dipende troppo da Simon, la sua ancora di salvezza. Anna è una donna in carriera ma nasconde ai colleghi la sua relazione con Steve, un ragazzo sexy, brillante, simpatico quando è sobrio, ma che si trasformain una persona imbelle e piagnucolosa quando è ubriaco e questo sta succedendo troppo spesso. Lou è una brava educatrice per ragazzi difficili, li aiuta ad aprirsi al mondo ma lei stessa , invece, non si apre con gli altri, nascondendo come un segreto la sua omosessualità, timorosa soprattutto della reazione di sua madre, rigida e tradizionalista.
Lou è seduta accanto a Karen e Simon quando lui è colpito dall'infarto e assiste impotente alla sua morte. Più tardi si ritrova sullo stesso taxi con Anna, che ancora non sa della morte del suo più caro amico.
Il destino intreccerà le vite di queste tre donne che affronteranno insieme dolori e preoccupazioni, ognuna dovrà trovare il coraggio per dare una svolta alla propria vita, ma non saranno sole, si aiuteranno a vicenda, con vera e preziosa solidarietà femminile.
Un bellissimo e coinvolgente romanzo, che esplora l'amicizia femminile, quella autentica, senza invidie e gelosie e che insegna che, da un dramma, ci si può rialzare, si può continuare a vivere, curando le ferite anche se per un pò, o forse per sempre, continueranno a dolere. Karen imparerà ad andare avanti da sola, per amore dei suoi bambini piccoli che hanno bisogno più che mai di una figura solida al loro fianco, ma anche per se stessa, attingendo la forza dall'immenso amore che l'aveva legata al marito.Anna riuscirà a staccarsi da Steve, smettendo di essere il suo rifugio per metterlo di fronte alla sua realtà di alcolizzato e dargli la possibilità di intraprendere un percorso di riabilitazione.La sua vita sarà per un pò più vuota ma più serena, senza il timore di vedere rientrare ogni sera il suo ragazzo ubriaco e , potenzialmente, pericoloso. Lou troverà il coraggio di confidarsi con la famiglia, e piano piano riuscirà a scalfire la corazza di delusione e imbarazzo della sua tirannica madre.Troverà anche un nuovo amore e non penserà più a nascondersi. E anche negli inevitabili momenti di sconforto, che a volte le coglieranno a tradimento ,loro saranno insieme, una famiglia dell'anima che sa sostenersi a vicenda e cercare di guardare un pò più in là del dolore.

sabato 27 ottobre 2012

PARANORMAN

La trama : Norma ha la capacità di vedere i fantasmi mavienepreso in giro o non viene creduto. Eppure sarà lui a salvare la sua cittadina dalla maledizione di una strega.
Un film d'animazione che sembra perfetto per Halloween, con la giusta miscela di brivido e comicità, eppure non è solo questo, perchè affronta delicatamente il tema della diversità.
Norman vede la gente morta, come il bambino de Il sesto senso, ma non ne è spaventato anzi ci convive e forse sono gli unici essere con cui può parlare e avere un confronto.Perchè questo suo dono speciale lo rende un emarginato a scuola,vittima dei soliti bulli e un incompreso a casa.L'unico bambino con cui riesce a far amicizia è un altro paria come lui, grassottello e sempre affamato.
Insieme dovranno salvare la città dalla maledizione di una strega condannata al rogo che ogni anno scatena sulla cittadina un'orda di zombi inquieti.Ma Norman, desttreggiandosi tra fantasmi verdastri e cittadini inferociti, scoprirà che non si trattava di una donna malvagia ma di una povera bambina, uccisa da adulti ottusi e benpensanti, in preda alla paura per quello che non potevano comprendere. Quegli uomini di un tempo ora implorano perdono per poter lasciare il limbo a cui sono stati condannati. Solo Norman riuscirà a raggiungere la ragazzina , placare la sua rabbia e il suo dolore e darle, finalmente, la pace. E , finalmente , anche la sua famiglia si stringerà solidale a lui, dandogli fiducia e accettandolo per quello che è.
In chiave leggera il film narra della solitudine di tanti adolescenti, spesso presi di mira dai bulli perchè troppo sensibili o perchè hanno qualche difetto fisico e sminuiti dalle stesse famiglie , magari a fin di bene, parla della paura del " diverso ", del non voler guardare oltre la realtà tangibile.
Naturalmente c'è tanto divertimento e qualche brividino di paura , soprattutto da parte degli spettatori più piccini per i tanti scheletri e zombi che popolano questo piccolo gioiello d'animazione.

martedì 23 ottobre 2012

TAKEN 2 - LA VENDETTA

La trama : l'ex agente della CIA , Bryan Mills deve tornare in azione per salvare la sua famiglia dalla vendetta di un gruppo di criminali albanesi.
Il film è il sequel di Io vi troverò dove l'agente della CIA Bryan Mills era impegnato a cercare la moglie e la figlia rapite da una banda di albanesi.Sono passati alcuni anni, Mills non è più in servizio, si occupa della sicurezza di importanti personaggi nei grandi alberghi ma non ha perso i contatti con gli ex colleghi,la moglie si è risposata ma è in crisi con l'attuale marito, la figlia è alle prese col primo fidanzatino, controllata a sua insaputa dal padre.Madre e figlia decidono di raggiungere Mills a Istambul per godersi una vacanza e tentare di riallacciare i rapporti familiari. Ma la vendetta degli albanesi è in agguato, Mills e la moglie vengono rapiti e toccherà alla figlia Kim, tosta e risoluta quanto il padre ,aiutare l'ex agente a liberarsi e salvare la moglie.
Tipico film d'azione con inseguimenti, sparatorie , fughe rocambolesche, " cattivi " spietati ma poco furbi, sulla falsariga della fortunata serie di film sul Giustiziere della notte con Charles Bronson. Piacerà agli amanti del genere, che non vanno troppo per il sottile e amano le pellicole che non fanno pensare troppo.

domenica 21 ottobre 2012

TORTA AL LIMONE E YOGURT

Ecco una torta adatta a chi non preferisce i piatti troppo dolci, che lascia un delicato sapore di limone .
Ingrdienti :
2 uova
150 grammi di farina
100 grammi di zucchero
80 grammi di burro
un vasetto di yogurt alla vaniglia
una bustina di vanillina
un pizzico di sale
una bustina di lievito per dolci
il succo di un limone ( o di due limoni se piccoli )

Mescolare bene i tuorli con lo zucchero e il burro ammorbidito, aggiungere gli albumi montati a neve, la farina e tutti gli altri ingrdienti, mescolare finchè non si ottiene un preparato fluido. Per ultimo aggiungere il lievito setacciato e mescolare ancora bene.
Versare in una tortiera imburrata e infarinata e infornare nel forno preriscaldato a 180 gradi.
Lasciare cuocere per 30 minuti, fare sempre la prova dello stuzzicadenti, lasciare la torta altri 5 minuti a forno spento poi sfornarla e lasciarla raffreddare su una gratella.
Quando è fredda spolverarla di zucchero a velo e guarnirla a piacere ( io ho trovato piccole fettine di limone candite e stelline di zucchero bianche e gialle ).
La torta non è molto alta perchè le dosi degli ingredienti sono minime ma può lo stesso essere farcita se vi piace, magari con crema al limone. Non c'è bisogno di bagnarla perchè è morbida.

mercoledì 17 ottobre 2012

TOTALL RECALL

La trama : Doug Quaid ha un usurante e pericoloso lavoro nell'Unione Federale Britannica, dove costruisce poliziotti-automi. Di notte ha strani incubi che lo sfiniscono. Decide allora di concedersi un trattamento alla Rekall, un'azienda che impianta nella mente dei clienti finti ricordi di bellissime avventure.Ma qui scopre che la sua mente è stata già manipolata per cancellare o inserire dei ricordi.Finirà braccato dalla polizia, in cerca della sua vera identità.
Il film è una specie di remake del precedente Atto di forza interpretato da Schwarzenegger e Sharon Stone, entrambi ispirati a un racconto di Philip Dick.
La storia però è stata quasi completamente riscritta e anche l'ambientazione è diversa, qui l'atmosfera ricorda le città piovose di Blade runner o Johnny Mnemonic. Anche qui il protagonista ha subito un'azzeramento d'identità , ma i ribelli di cui aveva sposato la causa non sono confinati più su Marte ma in una colonia dell'Unione Federale Britannica, costretti a una vita di duro lavoro al servizio del potere dominante. A Marte si accennerà soltanto come una possibile meta esotica per un viaggio immagginario attraverso la Rekall.
Colin Farrel è più tormentato di Schwarzy e si trova a combattere in un mondo futuristico e in disfacimento, con inseguimenti tra ascensori in movimento e scontri tra poliziotti che sembrano usciti da Guerre Stellari,sempre in bilico tra ricordi veri e impiantati, in cerca del vero se stesso , insieme a Melina, la sua compagna di ribellione.
Forse non piacerà troppo ai fan del primo film, più colorato, pieno di mutanti, dominato dalla fisicità di Schwarzenegger, ma in realtà è un bel film d'azione, che spesso lascia gli spettatori col fiato sospeso e a volte, lu fa dubitare insieme al protagonista tra realtà e illusione.

domenica 14 ottobre 2012

TED

La trama : John un bambino di otto anni timido e senza amici, desidera fortemente che il suo orsetto Ted possa parlargli e il miracolo avviene. Da allora i due sono inseparabili ma dopo 30 anni questo sodalizio rischia di rovinare la carriera e la vita amorosa di John.
Bello ma un pò problematico avere un amico come Ted, un orsetto dall'aspetto innocente ma in realtà sboccato, irriverente, perfino erotomane.Ma a John piace fare bisboccia col suo amico, ubriacarsi, drogarsi, fare festini, guardare il film del loro eroe preferito, Flash Gordon. Del resto è da quando lui aveva 8 anni che sono inseparabili e Ted lo ha aiutato a superare paure e complessi. I primi anni Ted aveva goduto di grande popolarità, studiato, ammirato,invitato ai talk show, poi tutto è rientrato nella normalità ( se può essere normale un orso di pezza che vive e si comporta come un umano ) e i due compari hanno continuato la loro vita indisturbati. Ma arriva anche il momento in cui Johm deve decidere quale indirizzo dare alla sua vita, è fidanzato da quattro anni con la dolce e paziente
Lori che però ora vorrebbe averlo tutto per se,finalmente più maturo e responsabile. e forse si profila il momento di separarsi dal suo caro orso. Nato dal creatore dei Griffin, Ted ne eredita il piglio politicamente scorretto, le battute ironiche , il linguaggioì e il comportamento sboccato. L'orso è un pò l'alter ego di John, la sua parte fanciullesca che non vuole sparire ma che , anzi, è estremamente esasperata. Con l'aiuto di Ted il giovane è diventato divertente, scanzonato, e a Lori piace così ma la vicinanza di Ted trasforma queste qualità in gravi difetti. Sarà difficile staccarsi da Ted quando Lori gli imporrà di scegliere tra lei e l'orso, tra una vita normale e un'esistenza sempre al limite che potrebbe anche fargli perdere il lavoro. Anche Ted sarà costretto a trovarsi un lavoro ma più si comporterà scorrettamente , più farà carriera, ma John non riuscirà a stargli lontano, soprattutto quando avrà l'occasione di conoscere il mitico Flash Gordon. La rottura con Lori sarà inevitabile ma quando Ted verrà rapito da uno psicopatico i due cercheranno insieme di salvarlo.
Certamente non è un film per bambini, malgrado il protagonista sia un orso, per situazioni e battute un pò pesanti ma sempre divertenti e, nel finale, ci si commuove anche un pò.e la morale è che va bene conservare sempre dentro di sè il fanciullo di un tempo, ma è sempre meglio non esagerare perchè prima o poi arriva il momento di comportarsi da adulti .

giovedì 11 ottobre 2012

COLORI D'AUTUNNO

Luci che mutano,
nuovi colori
che indorano il mondo,
danza di foglie
che tremando cadono
volteggiando
nel primo vento fresco.
Nubi leggere nei cieli più alti,
profumi che tornano
come cari amici
per confortarti
nelle sere
che si fanno più lunghe
e più buie.
Il morbido mondo d'autunno
che ti avvolge
con le prime nebbie
che sanno di fumo.
C'è ancora bellezza intorno
nei colori d'autunno.

by Morgana

domenica 7 ottobre 2012

I BAMBINI DI COLD ROCK

La trama : Nella cittadina di Cold Rock i bambini svaniscono misteriosamente, nel nulla. L'uomo alto che li rapisce è solo una leggenda ?
Un thriller psicologico, un horror , un dramma, questo film è tutto questo, inquietante e un pò claustrofobico nonostante l'azione si svolga in una cittadina circondata dai boschi. E' proprio l'isolamento di questa zona, questa città grigia, in disfacimento, da quando la miniera che dava occupazione a tutti è stata chiusa ed è morto anche lo stimato medico che era il pilastro della comunità.La città si sta lentamente trasformando in una bidonville, la povertà aumenta e muore la speranza. Ma alla comunità viene portata via anche la speranza più grande, i figli, quei bambini che spariscono senza nessuna spiegazione logica, senza lasciare traccia. La popolazione parla di un'ombra, un'apparizione, l'uomo alto che porta via i bambini, una specie di pifferaio magico che qualcuno ha solo intravisto o forse ha solo immaginato. La vedova del medico del paese, Julia, è l'unica infermiera del posto e cerca di continuare l'opera del marito, lei non crede all'uomo alto, finchè non viene rapito il suo stesso figlioletto. Ma a questo punto comincia a ingarbugliarsi la storia. La donna che afferma che il bambino di Julia in realtà è suo figlio, è una pazza, come credonoin città, o ha ragione ? Dove portano le gallerie scavate sotto la casa di Julia ? L'abbiamo vista rincorrere disperatamente i rapitori di suo figlio, ma c'entra invece con la sparizione degli altri bambini ? Non si sa più a cosa credere e a chi credere, anche se forse, alla fine, la verità o almeno una parte di essa, si può intuire. Un film per gli amanti del cinema che riesce a trasmettere angoscia e a porsi interrogativi senza ricorrere a effetti speciali o scene troppo violente.

giovedì 4 ottobre 2012

MAGIC MIKE

La trama : La storia di Mike che di notte fa lo spogliarellista per poter guadagnare abbastanza per poter aprire un impresa di originali mobili fatti a mano.
La storia di questo film è stata suggerita al regista Soderbergh proprio dal protagonista Channing Tatum che ha un passato da spogliarellista e gli ha descritto storie, ambizioni, atomosfere del mondo degli stripper ( anche se i particolari più scabrosi e piccanti sono stati omessi ). Mike di notte si esibisce all'Xquisite facendo divertire signore e signorine col suo fisico prorompente e i gesti allusivi. Ma di giorno divide il suo tempo fra tanti lavoretti perchè vuole realizzare un sogno : poter costruire mobili artigianali con materiali da recupero. E' molto bravo ma le banche non vogliono dargli un finanziamento.In un cantiere incontra Adam , un giovane sfaccendato e apatico e, quasi per caso, si trova ad introdurlo nel mondo dello spogliarello maschile.Quando però Mike conosce Brooke, la sorella di Adam, giudiziosa, pulita, onesta, il suo sistema di vita entra in crisi.Certo, lui non fa niente di disonesto , lo spogliarello maschile ha regole molto più rigide di quello femminile, gli stipper hanno solo il compito di eccitare e dare qualche brivido proibito alle spettatrici, nel locale non si possono avere rappporti con le clienti, è proibito perfino baciarle, ma forse non è il modo più lineare di poter condurre l'esistenza, soprattutto quando s'incontra l'amore e si vorrebbe formare una famiglia. E poi anche in quel mondo ci sono dei pericoli, come lo spaccio di droga, che possono facilmente far superare il limite del lecito. Mike dovrà fare le sue scelte e seguire il suo cuore e la sua coscienza anche se significherà abbandonare i facili guadagni e dover lavorare ancora più duramente.

lunedì 1 ottobre 2012

CHE COSA ASPETTARSI QUANDO SI ASPETTA

L'esperienza di cinque coppie di futuri genitori presa ad esempio per esplorare gioie e dolori della maternità.
Basato sul fortunato saggio di Heidi Murkoff questo film ci presenta un campionario tragicomico di possibili scenari legati al lieto evento. Certo, le coppie prese ad esempio sono quasi tutte glamour e patinate ma i problemi, le gioie e i dolori sono più o meno quelli delle coppie comuni. Jules è una dinamica conduttrice di un reality per persone sovrappeso ,spronati a dimagrire. Partecipa a un programma simile al nostro Ballando con le stelle , vince e s'innamora del suo partner, rimanendo incinta. Dovrà fare i conti col suo corpo che cambia e che non può tenere sotto controllo con la forza di volontà come insegna ai concorrenti del suo show. Wendy ha un negozio di articoli per l'infanzia e tiene corsi sulle gioie della maternità.Quando dopo anni di matrimonio riuscirà a rimanere incinta scoprirà che la gravidanza non è tutta rose e fiori come la descriveva teoricamente ma è fatta anche di malesseri, stanchezza, cambiamenti d'umore.Per di più deve misurarsi con Skyler, la giovane compagna del suocero, che invece è subito rimasta incinta di due gemelli e ha una gravidanza senza sintomi imbarazzanti , liscia come l'olio.Suo marito Gary sente ancora di più l'antagonismo con il padre, famoso corridore automobilistico, che lo ha sempre schiacciato con la sua personalità vincente e col peso delle sue ricchezze. Holly e Alex, dopo anni di inutili tentativi, affrontano la trafila dell'adozione internazionale il cui iter si rivelerà più veloce del previsto, cogliendoli impreparati psicologicamente e finanziaramente. I giovani Rosie e Marco si trovano ad essere futuri genitori prima ancora di essere una coppia, lei rimane incinta dopo il primo appuntamento, in pratica i due ragazzi quasi non si conoscono e saranno loro ad affrontare la situazione più dolorosa. La trovata più divertente del film è il " club dei papà ", genitori che si ritrovano al parco coi pargoletti per scambiarsi consigli, confessare disattenzioni e gesti maldestri nell'accudire i figli, tutti però amorevolmente fieri di essere padri.

venerdì 28 settembre 2012

I PRIMI TORNARONO A NUOTO

La trama : Il medico ospedaliero Adriano Karaianni s'imbatte in un vecchietto che sta mettendo a soqquadro un supermercato. A prima vista sembra solo un normale caso di demenza senile.Ma in realtà si tratta di un rinato, un uomo tornato dall'aldilà. E ne arriveranno altri, a ondate, fino a compromettere l'equilibrio e la sopravvivenza della Terra.
Immaginate che i morti comincino a tornare sulla Terra. Da tutte le epoche, di tutte le età.Con un metabolismo eccezionale, perennemente affamati di cibo e di sesso, senza necessità di sonno o di riposo. In poco tempo il loro numero supererebbe quello dei vivi e la Terra diventerebbe troppo piccola per contenere tutti.Comincerebbe allora una guerra per la sopravvivenza dove non è certo che i vivi ne possano uscire vincitori. E' questo lo scenario apocalittico descritto da Giacomo Papi nel suo romanzo ambientato in Italia. Adriano Karaianni, medico che convive con Maria incinta del loro primo figlio, scopre per caso, in un supermercato, il primo rinato , Serafino, un vecchietto dalla eccezionale vitalità a dispetto del suo aspetto senile. Comincia a studiarlo , emozionato. Si verificano altri casi di rinati. La popolazione dapprima è frastornata ma felice. Sembra avverarsi quello che predicano molte religioni, la Resurrezione dei morti, la gente si accalca davanti agli ospedali sperando di reincontrare i loro cari defunti. Ma quando , in tutto il mondo, i casi cominciano ad aumentare esponenzialmente, la situazione comincia a precipitare. I rinati sono famelici, insonni, pieni di energia, ritornano da tutte le epoche, perfino dalla preistoria e vogliono riappropiarsi del mondo. I governi pensano che l'unica soluzione sia sterminarli, rimandarli indietro alla morte , al loro posto. Ma anche i rinati meditano lo stesso piano e cominciano a massacrare i vivi, soprattutto le donne e i bambini per riappropiarsi del mondo. L'unica preoccupazione per Adriano adesso è sopravvivere per proteggere Maria e il figlio in arrivo e lo aiuteranno proprio i primi rinati che lui ha avuto i cura e ha conosciuto bene. Una storia inquietante,che descrive una originale causa dell'estinzione del genere umano, non per cause naturali o per una guerra ma per mano degli uomini stessi ritornati dal passato a cannibalizzare i propri simili.

lunedì 24 settembre 2012

COME NON DETTO

La trama : Mattia è un ragazzo gay ma non ha ancora avuto il coraggio di rivelarlo alla famiglia.Sta per partire per Madrid dove ha trovato lavoro e dove vive Eduard, il ragazzo che ama. Ma Eduard decide di venire a conoscere i genitori di Mattia immaginando che siano a conoscenza del loro fidanzamento e che ne siano felici.
Se per i vip è facile fare outing e rivelare le proprie tendenze sessuali, nella nostra società è ancora difficile per un ragazzo o una ragazza comuni confidarsi con la famiglia e gli amici.Lo è soprattutto per Mattia, timido e gentile, orgoglioso si se stesso ma vessato da compagni di scuola omofobi, con un padre donnaiolo, un cognato soprannominato Pistone,una madre chioccia fragile e insicura, una sorella un pò coatta sempre incinta. Del resto proprio il suo amico Giacomo , Drag Queen alla Mucca Assassina, gli ha confessato amaramente che forse se non avesse detto niente al proprio padre non sarebbe stato diseredato e avrebbe potuto vivere la sua vera vita di nascosto. Mattia è innamorato di un ragazzo madrileno e ha trovato lavoro proprio nella sua città. Ritiene così che il problema si sia risolto da sè senza dover fare dolorose confessioni alla famiglia.Eduard però crede che Mattia ne abbia parlato già coi genitori , che lo appoggiano con affetto.Mattia gliel'ha lasciato credere, aiutato da Giacomo e Stefania,la sua migliore amica (che , non tanto, segretamente,è innamorata di lui ). Eduard vuole presentarsi alla cena di famiglia e Mattia cade nel panico, escogitando coi suoi amici divertenti tentativi di intercettarlo. Alla fine, quando il pericolo sembra ormai scongiurato, Mattia decide di rivelare se stesso prima di partire, in una scena che ricorda quella di Mine Vaganti. E nel finale ci saranno alcune sorprese. Certo, non tutte le storie possono avere il lieto fine come quella di Mattia, molti ragazzi e anche adulti vengono fatti sentire veramente diversi dalla società o dalla famiglia , molti si nascondono ancora per timore di essere giudicati ed emarginati. Ma il film vuole far capire che , a volte, la realtà è meno brutta di quello che s'immagina e che spesso siamo vittima di quegli stessi pregiudizi che attribuiamo agli altri. Nascondere per sempre una parte così importante di se stessi è troppo doloroso e snervante e prima o poi bisogna avere il coraggio di di parlare e mostrare la propria personalità, magari con l'aiuto dei veri amici.

martedì 18 settembre 2012

MADAGASCAR 3 : RICERCATI IN EUROPA

La trama : Alex e i suoi amici hanno nostalgia dello zoo di New York e, per raggiungerlo, si aggregano ad un Circo che cerca un ingaggio in America, inseguiti dalla terribile poliziotta francese Dubois.Riusciranno a tornare a casa e a sottrarsi al fascino della vita circense ?
Terzo capitolo scoppiettante e coloratissimo della saga di Madagascar.I nostri amici hanno bisogno degli ingegnosi pinguini per tornare a casa e li raggiungono a Montecarlo.Ma cadono nel mirino di un formidabile segugio, la poliziotta DuBois, intenzionata ad avere la testa di Alex.Durante la rocambolesca fuga gli animali riescono ad intrufolarsi tra le attrazioni di un Circo un pò malmesso, fingendosi celebrità del Circo americano.Saranno costretti ad inventarsi dei numeri mirabolanti, conquistando la fiducia degli animali del Circo e ottenendo il sospirato ingaggio per La grande mela, con la perfida DuBois sempre alle calcagna.Finalmente si corona il sogno di tornare allo zoo ma la vita di un tempo sembra ormai così sbiadita e restrittiva rispetto alla magia e alla libertà del circo.La situazione precipita quando la poliziotta li raggiunge allo zoo per portarsi a casa almeno un trofeo, la testa di uno degli artisti circensi, il tenero Stefano e occorrerà intervenire in sintonia con i nuovi amici per riuscire a mettere fuori combattimento la francese. A volte quando si sfornano troppi sequel di un film fortunato piano piano la qualità e il diverimento vanno scemando. Ma Madagascar 3 riesce a mantenere il livello dei pecedenti episodi, con situazioni inedite, nuovi personaggi e ancora tanta simpatia e trovate divertenti. Lo spettacolo allestito dalla combriccola di artisti e pseudo-artisti è veramente fantastico, con effetti pop e pscichdelici anni '70. Piacerà a grandi e piccini e si spera solo che, se verrà prodotto un nuovo episodio, sappia proporre ancora qualcosa di diverso e interessante, non ci siamo ancora stancati di Alex e dei suoi amici.

sabato 15 settembre 2012

RIBELLE - THE BRAVE

La trama : Merida, principessa scozzese, è ardita, coraggiosa e sogna la libertà di cui possono godere solo gli uomini.Sente che è ancora troppo presto per sottostare ad un tradizionale matrimonio diplomatico e si ribella, con conseguenze inaspettate.
The Brave è una bella favola caratterizzata da personaggi animati resi così espressivi dalla Pixar da sembrare reali. Soprattutto la protagonista, Merida ,è indimenticabile, con la sua massa di riccioli fiammeggianti e la gioia, il senso di libertà che manifesta quando può scappare via ogni tanto dal castello avito per scorazzare nel bosco e esercitarsi con arco e frecce.Merida è insofferente alle regole di compostezza e buona educazione che la regina Elinor vuole inculcarle, vorrebbe vivere come un maschiaccio ma i giorni della spensieratezza stanno per finire. Il suo dovere di principessa le impone di sposare un rampollo dei tre clan rivali che un tempo si contendevano la terra di Scozia e che ora vivono in pace sotto il regno di suo padre.La ragazza sente di essere ancora troppo giovane per sottostare ad un vincolo senza amore e decide di ribellarsi,sfidando i pretendenti e umiliandoli in una gara di tiro con l'arco. Il suo gesto di sfida può causare la rottura della tregua tra i clan e in cuor suo sa che alla fine sarà costretta ad acconsentire alle nozze ma vorrebbe almeno l'appoggio e il conforto di sua madre che invece, inflessibile, le ricorda i suoi doveri. Merida allora scappa via nel bosco e s'imbatte in una strega da cui acquista una pozione magica. L'intento della principessa sarebbe quello di rende un pò più ragionevole sua madre ma l'intruglio trasforma Elinor in un'orsa, l'animale più odiato dal re a cui un enorme orso aveva divorato una gamba. Merida ed Elinor hanno poco tempo per trovare un antidoto e s'inoltrano nel bosco in cerca della strega. E qui che nasce una nuova complicità tra madre e figlia, una tenerezza, una vicinanza nel pericolo che le porterà a comprendersi meglio e a riavvicinarsi.Alla fine della storia tutte e due subiranno un cambiamento positivo, Merida capirà che la sua posizione di principessa comporta anche grandi responsabilità che dovrà imparare ad accettare, la regina acquisterà un pò di spensieratezza e maggiore confidenza con la figlia. Una storia che insegna a genitori e figli a confrontarsi affinchè la famiglia tutta cresca in armonia e che forse deluderà chi immaginava una trama fatta di lotte e battaglie capitanate dalla principessa ribelle.Abbinato al film c'è il delizioso e poetico corto La luna diretto da Enrico Casarosa, un vero gioiellino.

mercoledì 12 settembre 2012

L'ETA' DEI MIRACOLI

La trama : Una catastrofe imprevedibile colpisce l'umanità : la Terra ha cominciato a rallentare, il tempo si dilata con conseguenze irrimediabili sulla natura e sugli uomini.Julia ha 12 anni e si trova a vivere questi cambiamenti di pari passo con quelli della sua vita, dalla fanciullezza all'adolescenza.Niente sarà più come prima.
L'umanità ha immaginato in decine di modi la sua fine causata magari da una guerra nucleare, da un meteorite abbattutosi sulla Terra, dall'esplosione del sole, dall'inquinamento globale, da u buco nero.Ma la catastrofe che si verifica d'improvviso, senza una spiegazione scientifica, senza una causa apparente è imprevedibile e agghiacciante. La Terra gira sempre più lentamente, giorni e notti si allungano sempre di più , la forza di gravità si modifica, gli uomini, gli animali e la natura stessa sono disorientati. Julia racconta questi cambiamenti, il progressivo svanire della vita come è stata vissuta fino a quel momento. Gli uccelli che precipitano a stormi, incapaci di orientarsi e di volare, le piante che avvizziscono fino a sparire del tutto, le maree impazzite, le radiazioni micidiali, le lunghe notti bianche e i giorni bui.Dopo i primi giorni di disorientamento i governi decidono di seguire lo stesso l'ora dell'orologio. Che ci sia luce o buio tutto deve svolgersi negli orari stabiliti per non cadere nel caos più totale.Ma cominciano a formarsi gruppi di dissidenti, cittadini che vogliono seguire i ritmi di giorno e notte, a prescindere dalla loro durata. Saranno perseguitati e costretti a rifugiarsi lontano dalle città.Ma Julia deve far fronte anche ad altri cambiamenti, si trova nell'età delicata che segna l'ingresso nell'adolescenza, con tutti i problemi e le difficoltà di questo periodo.Si sente sola, emarginata, forse perchè la sua femminilità non è ancora sbocciata.Per di più nella sua famiglia, prima così unita, cominciano a sorgere dei problemi. Eppure Julia non può impedire al suo cuore di innamorarsi, di vivere le gioie e le delusioni dei primi amori pur in questo tempo di lento disfacimento. Una bellissima storia, che a volte mette anche inquietudine, come se gli eventi narrati potessero davvero accadere, magari si cercano intorno dei segnali, si ha come la sensazione certe volte che il tempo scorra davvero in modo diverso. Sono suggestioni che dimostrano come sia coinvolgente il romanzo, che parla, in fondo, di cambiamenti, dentro e fuori di noi e dello spirito di adattamento e, forse , di rassegnazione che l'umanità è in grado di raggiungere.E' sconvolgente il mondo che si prospetta dopo questa catastrofe, senza più alberi, uccelli, fiori, di cui man mano si perderà anche il ricordo, e non ci saranno più sapori, profumi, colori a rievocarli.Un mondo dove ci si dovrà rintanare nelle ore di luce e vivere quando c'è buio, continuando a lavorare, ad andare a scuola, ad amare, a credere , o sperare, nel futuro.E chiedersi se non fosse stata meglio una fine improvvisa e totale per tutti invece di questo lento scivolare verso il nulla.

lunedì 10 settembre 2012

SCAPPA VIA L'ESTATE

Aria più fresca/ giorni più brevi/ sole leggero/ che intiepidisce ancora il cuore./ Scappa via l'estate/ lentamente/ tra un'illusione di mare/ e uno scroscio violento/ di pioggia,/ tra profumo di fiori ammaccati/ e nuovi colori al tramonto./ Ma io li stringo ancora/ dei granelli di sabbia/ nel pugno/ e non li lascerò/ scivolare via/ e ho ancora in testa/ una canzone,/ solo l'inverno/ smorzerà il volume,/ voglio ancora ballare/ prima che l'estate / vada davvero via. by Morgana

martedì 4 settembre 2012

LOL - PAZZA DEL MIO MIGLIORE AMICO

La trama : Lola, al rientro delle vacanze estive, scopre che il fidanzatino l'ha tradita. Ma un nuovo amore è già alle porte : pian piano si rende conto di essere stata sempre innamorata di Kyle, il suo migliore amico.
Lo strano caso di un remake firmato dallo stesso regista del film originale, francese.Il nuovo LOL è ora ambientato a Chicago e come il precedente offre uno spaccato di vita adolescenziale, quando alle prime cotte cominciano a sostituirsi i primi veri amori, che sconvolgono la vita e non si accontentano più di baci e carezze. Lola , dopo aver scoperto che Chad l'ha tradita con superficialità durante le vacanze estive, si sente offesa e piena di rabbia. Ma tra gli amici che frequenta dentro e fuori scuola ce n'è uno speciale, Kyle.E il cuore di Lola riprende a battere nell'altalena di emozioni e delusioni che provocano i primi amori.Alla storia di Lola si alterna quella di sua madre, separata con tre figli , che non ha ancora reciso del tutto il rapporto con l'ex marito. Anche Anne troverà un nuovo amore, un poliziotto che la ama nonostante la sua vita incasinata, sempre in lotta con i figli, soprattutto con Lola. Lola incarna proprio il modello dell'adolescente dei nostri tempi, disordinata, tenera, sempre connessa alle amiche via chat o sms, un pò ribelle e un pò coccolona, che si getta a capofitto nell'amore e cade nello sconforto quando ci sono incomprensioni che la fanno sentire tradita.La sua spensieratezza e incoscienza fanno da contraltare alla tristezza e indecisione della madre , che vive con affanno il suo stato di separata con figli e ha paura di buttarsi in una nuova relazione, pensando di non avere molto da offrire. Perfettamente in parte le protagoniste, Miley Cyrus, l'adolescente carina ma non proprio eccezionale e Demi Moore, la madre dall'aria sempre un pò stanca.

domenica 2 settembre 2012

IL CAVALIERE OSCURO - IL RITORNO

La trama : Dopo otto anni, ancora ferito nell'anima e nel corpo, Batman è costretto a tornare all'azione per salvare Gotham City dai folli piani del criminale Bane. Lo aiuterà una sensuale e imprevedibile Catwoman.
La trilogia di Nolan sul Cavalier Oscuro si conclude con un capitolo che ci propone un eroe più tormentato del solito, in lotta non solo contro i cattivi di turno ma , soprattutto, contro i suoi demoni interiori e il suo passato.Stanco e sofferente Bruce Wayne si era ritirato dalla vita pubblica, dopo essersi addossato tutte le colpe dei crimini commessi dal procuratore Dent. Dent ora è celebrato come un eroe mentre Batman è considerato un criminale, ma a lui ormai non importa.Ma Gotham ora è più che mai in pericolo, un criminale mascherato, il crudele Bane, la tiene in pugno, fomentando una specie di ribellione sociale ma col segreto intento della istruzione finale della città con tutti i suoi abitanti. Wayne doovrà rimettersi in forma prima di indossare di nuovo il suo famoso costume. Ma Bane ( e chi lo manovra ) prima ne determinano al rovina finanziaria e poi lo imprigionano in un orribile carcere da cui si favoleggia che solo un bambino innocente sia riuscito a scappare. Con Batman fuorigioco toccherà ad un giovane poliziotto guidare la resistenza in attesa del ritorno del Supereroe.Batman potrà contare anche sull'aiuto della bella Selina, ladra astuta e intraprendente, che tra tradimenti e ripensamenti , contribuirà alla salvezza della città. Emozionante e pieno di scene sia spettacolari , sia drammatiche, il film risulta avvincente proprio per l'azione corale dei protagonisti e per il personaggio di Batman, un supereroe che non ha superpoteri, non è invincibile nè moralmente cristallino. E' un uomo dal cuore dilaniato, che facilmente potrebbe trasformarsi in criminale, che ha sempre dentro qualcosa di oscuro e doloroso, che spesso è stato spinto all'azione dalla vendetta ma che riesce sempre a rimanere dalla parte della giustizia, anche con l'aiuto del fedele maggiordomo Alfred, una sorta di coscienza che cerca sempre di proteggerlo da sè stesso e di volgere al bene la sua rabbia. Chissà se Batman si ritirerà davvero a vita privata, ora che anche il suo nome è stato riabilitato, o se lo aspetta qualche altra avventura, magari al fianco di Robin...

mercoledì 29 agosto 2012

TRAVOLTI DALLA CICOGNA

La trama : Barbara e Nicolas si amano e sono felici, per questo decidono di fare un figlio. Ma questo sconvolgerà la loro vita, soprattutto quella di Barbara.
Il titolo originale del film è Lieto evento. Perchè una nascita, soprattutto se voluta con gioia, è fonte di felicità.Ma può sconvolgere gli equilibri di una coppia se la madre si trova ad affrontare da sola la nuova vita piena di responsabilità, senza più orari e senza un attimo per se stessa. Barbara, studentessa di filosofia con ottime prospettive di carriera,è troppo legata alla piccola Lea, vive in simbiosi con lei ma , nello stesso tempo, è come vampirizzata dalla figlioletta.Non ha un buon rapporto nè con la madre nè con la suocera , quindi non accetta il loro aiuto e i loro consigli.Nicolas fa quello che può ma è assorbito dal lavoro e non si rende conto dei sacrifici della ragazza che ormai non si sente neanche più donna, solo una madre che non ha più un lavoro, non ha più interesse per il sesso, non ha più neanche una vita sua.Sarà inevitabile per Barbara, ad un certo punto, una specie di fuga, un metaforico rientro nell'utero materno, il ritorno a casa per essere di nuovo figlia e ricucire il rapporto con sua madre e con il padre che aveva abbandonato la famiglia tanti anni prima. Il film, tratto da un libro di Eliette Abécassis, mostra, in modo più o meno amplificato, gli effetti che produce una nascita in ogni famiglia. Tutte le madri si sentono inadeguate oppure diventano iperprotettive ritenendosi le uniche in grado di badare al bebè, molte perdono il lavoro e la posizione faticosamente raggiunta, tante entrano in conflitto col marito o compagno che continua ad avere una vita più libera e ricca di interessi.Fortuanamente tutto si risolve , nella maggior parte dei casi, con un aiuto esterno, di nonni o baby sitter e una maggiore disponibilità del partner. Ma rimane il disagio che le donne vivono in queste situazioni, al di là della gioia che porta il lieto evento. Da ricordare la deliziosa sequenza del corteggiamento tra i due protagonisti a colpi di titoli di DVD.

domenica 26 agosto 2012

THE WAY BACK

La trama : l'odissea di un gruppo di prigionieri in fuga da un gulag in Siberia.
Il ritorno del regista Peter Weir ci regala un classico dei film di fuga, tratto però da una storia vera, descritta da un romanzo di Slamovir Rawicz. Nel 1940 si ritrovano deportati in un Gulag siberiano il polacco Januz,tradito dalla moglie sotto tortura, l'americano Mr Smith, il criminale russo Walka insieme a molti altri prigionieri.La vita nel campo di lavoro è durissima e i protagonisti cercano la via della fuga con l'idea di raggiungere la Mongolia costeggiando il lago Baikal. Sono moltissimi chilometri attraverso l'inverno siberiano. A loro si aggiunge qualche altro fuggiasco e, più tardi, anche una ragazza polacca. Il viaggio è disperato, tra fame, freddo, sete, ostacoli naturali e li porterà molto più in là della meta prevista, i più fortunati arriveranno in India dove finalmente saranno al sicuro. Lo spirito del film sta nel cameratismo, nel senso di responsabilità e di sacrificio del gruppo eterogeneo di disperati in fuga, nonostante ciascuno conservi per se, quasi fino all'ultimo, le proprie pene e i propri segreti.E' anche una prova della resistenza umana nelle condizioni più estreme quando è sorretta dalla speranza ( o disperazione ). E la natura in quei luoghi è vermente matrigna, la lotta contro gli elementi è quotidiana, pochissimi i momenti di riposo o di quasi serenità.Un'avventura che conquista per la sua semplicità e il suo sottofondo di tragica realtà.

lunedì 20 agosto 2012

LA MEMORIA DEL CUORE

La trama :Leo e Paige sono due giovani sposi molto innamorati. Ma un incidente cambierà la loro vita. Tratto da una storia vera.
Un film romantico ma che non indugia in scene troppo strappalacrime, pur essendo tratto da una storia vera, con veri problemi e vera sofferenza. Leo e Paige, giovani, innamorati, una vita d'artisti, lei scultrice promettente, lui con uno studio di registrazione che ancora predilige il rapporto umano ai dischi prodotti col computer. Ma l'idillio un brutto giorno va in pezzi. In seguito ad un incidente d'auto Paige perde la memoria. Non completamente, solo quella degli ultimi cinque anni, cancellando di colpo la sua storia d'amore con Leo.La sua vita è ferma a cinque anni prima, quando era studentessa di giurisprudenza,vestiva in modo appropriato e composto e aveva amiche uguali a lei.Non ricorda perchè ad un tratto si era ribellata alla famiglia, aveva lasciato gli studi e aveva cominciato la carriera di scultrice.E Leo per lei è un perfetto sconosciuto. Il giovane dovrà lottare non solo contro questa amnesia selettiva ma anche contro la famiglia di Paige e il suo ex fidanzato che vorrebbe riprendere la sua relazione con la ragazza. Ci vorrà del tempo prima che Paige scopra i tanti segreti che l'avevano portata a lasciare famiglia e fidanzato. Non ritroverà più la memoria ma ricomincerà a ritrovare se stessa e proverà ad innamorarsi di nuovo di Leo. Anche nella realtà la vera protagonista non ha mai ritrovato la memoria degli anni perduti ma grazie alla fede ha deciso di seguire la sua strada e ha risposato il marito anche se non ricordava nulla di lui. Ora hanno due figli e tengono conferenze sul valore della fede in queste circostanze così difficili e dolorose. I due interpreti sono dolci e carini , ben in parte in questo film che parte spensierato e poi vira nella tragedia, fino a colorarsi poi di speranza.

venerdì 17 agosto 2012

UN PEZZETTO D'ESTATE

Colori, calore, l'azzurro così intenso del cielo, sapore di salsedine anche in città. Gelati,sere stellate, parole e pensieri in libertà, sapore di vacanza anche in città. Languidi tramonti, sabbia tra le dita che scivolerà troppo presto e ti riporterà alla realtà. In città.

lunedì 13 agosto 2012

SVUOTARE LE VALIGIE

Svuotare le valigie, dopo una vacanza o un lungo viaggio.Infilare le mani tra quei capi ormai stropicciati , spesso buttati alla rinfusa all'ultimo minuto per non perdere neanche un attimo di divertimento. Estrarli ad uno ad uno, molti da lavare o portare in tintoria, altri solo da stirare perchè neanche li abbiamo indossati. E' buffo, ma capita quasi sempre così, quei vestiti su cui avevamo contato a colpo sicuro, a cui avevamo abbinato scarpe e accessori poi al momento di sfoggiarli non ci sono più piaciuti e invece abbiamo fatto un figurone con qualcosa comprato al volo in saldi prima di partire.Svuotare le valigie e rimirare quelle cose che abbiamo preso in vacanza, un top, un pareo, una pochette stravagante,una gonna etnica che in città non potremo mai sfruttare , rimarranno nelll'armadio come testimoni della nostra estate. E se poi troviamo nei risvolti dei jeans granelli di sabbia , ricordo di una festa in spiaggia, o una foglolina rimasta da una passeggiata nei boschi, ecco allora ci scappa la lacrimuccia. Perchè ogni estate è bella da vivere ma anche da ricordare.

lunedì 23 luglio 2012

LA LEGGENDA DEL CACCIATORE DI VAMPIRI

La trama :Abramo Lincoln ha trascorso la sua gioventù e anche il suo mandato di Presidente dando la caccia ai vampiri che avevano ucciso sua madre e minacciavano di colonizzare l'America.
Una singolare rivisitazione storica vede il Presidente Lincoln impegnato in una lotta senza esclusione di colpi contro i vampiri. Vampiri " tradizionali ", non belli e patinati, che non sopportano il tocco dell'argento ma che riescono a vivere anche alla luce del sole, con il solo aiuto di occhiali scuri. Da bambino Lincoln scopre che ad uccidere sua madre è stato un vampiro. Cresce covando la vendetta ma farebbe subito una brutta fine se non incontrasse un vampiro " buono ",a cui hanno ucciso la moglie) il cui solo scopo nella sua vita ormai immortale è addestrare nuovi cacciatori, perchè quello dei vampiri è un esercito che cresce ogni giorno di più. Vederemo quindi il giovane Lincoln di giorno studiare e di notte dare la caccia senza tregua ai vampiri. Contemporaneamente cresce il suo impegno politico e la sua aspirazione a ridare libertà ai neri. La moglie non sospetta niente della sua doppia vita finchè un giorno, quando è ormai Presidente, alle prese con la guerra di Secessione, i vampiri non gli uccidono il figlioletto. Ma anche allora lei non lo abbandonerà e si adopererà al suo fianco nella lotta contro l'esercito dei vampiri che minaccia il nord. E' qui l'invenzione più spettacolare del film : l'esercito del sud del Paese era composto da un gran numero di vampiri, alleati con i grandi piantatori di cotone e il nord rischiava di essere travolto da questa armata indistruttibile ( a meno che non si conosca un trucco ). Certo l'argomento scelto dagli sceneggiatori ( tratto da un romanzo di Grahame-Smith ) al primo impatto sbalordisce ma poi il film cattura per le sue scene d'azione concitate e spettacolari, per il coraggio e la tenacia del protagonista, per la sua coerenza morale che lo porterà a rifiutare l'offerta di immortalità del suo amico vampiro.

sabato 21 luglio 2012

CINQUANTA SFUMATURE DI ROSSO

La trama : Christian e Ana si sposano.Ma dovranno affrontare pericoli e problemi di coppia prima di poter giungere finalmente all'equilibrio e alla felicità.
Siamo arrivati all'ultimo capitolo della trilogia erotico-romantica della James.I due protagonisti si sposano, per volontà soprattutto di Christian che ha sempre il timore di perdere Anastasia.Ma dopo una splendida luna di miele i problemi tra di loro riaffiorano. Christian è dispotico e iperprotettivo, Ana rivendica la sua libertà di poter lavorare, di incontrare gli amici e avere un suo spazio di crescita personale. A complicare le cose c'è la minaccia di un attentatore ( l'ex capo di Ana ) che mette in pericolo la famiglia e l'azienda di Christian.Ogni piccola iniziativa di Anastasia viene vista dal marito come un tentativo di ribellione o la minaccia dell'abbandono.Dopo un pericolo molto serio corso da Ana , che mette in gioco la sua vita e il suo amore per salvare Mia, la sorella di Christian, la coppia si riappacificherà e getterà solide basi per una felice vita insieme, naturalmente condita da sesso sfrenato e un pò sadomaso. La storia di Ana e Christian non è altro che l'eterno romanzo d'amore, riscritto in chiave moderna e infarcito da descrizioni di sesso piccante,al limite della noia. Una storia che fa sognare e che intriga le lettrici ma nella realtà, se pur bellissimo e ricchissimo, a chi piacerebbe davvero sposare Christian, così ossessivo e prevaricatore, essere rinchiuse in una gabbia dorata senza un minimo di libertà e intimità personale e temere di essere " punite " ad ogni piccolo sbaglio ? E nella realtà può una ragazza vergine e totalmente inesperta trasformarsi in una sfrontata affamata di sesso, anche estremo, con orgasmi a comando e con il solo limite di non essere frustata con troppa forza ? Certamente questi romanzi porteranno un pò di pepe nella vita di molte coppie , sperando che non vi siano esagerazioni, in questo tipo di rapporti sadomaso bisogna stare ben attenti a non sfociare nella violenza, anche involontaria. In appendice a questo ultimo capitolo c'è una sorta di Midnight sun, il romanzo della saga di Twilight mai pubblicato, che doveva narrare la storia dalla parte di Edward e di cui è rimasto solo il primo capitolo. Anche qui, a dimostrazione della derivazione della storia dalla saga dei vampiri, c'è l'inizio della storia visto dalla parte di Christian, molto poco romantico, che pensava di fare di Ana la sua nuova sottomessa mentre la ragazza credeva che avesse per lei un interesse soltanto sentimentale.